Se vuoi fare il bagno…attento a cosa mangi

395 visualizzazioni Scrivi un commento

La congestione digestiva è un disturbo che colpisce l’apparato gastrointestinale e si verifica più frequentemente in estate, ed è causata da un brusco sbalzo di temperatura nella zona dell’addome. Può essere causata da un colpo d’aria condizionata gelida, oppure da una bibita ghiacciata. Può capitare dopo un tuffo in piscina o al mare, sempre dopo un pasto abbondante.

All’origine di tale fenomeno, c’è un blocco digestivo dovuto quasi sempre ad un repentino sbalzo termico. Durante la digestione, infatti, il sangue è concentrato nella zona dello stomaco. Nel caso in cui ci si trovi in una delle situazioni precedentemente descritte scatta una sorta di reazione di difesa da parte dell’organismo: il cervello, di fronte all’emergenza, cerca di dirottare il sangue verso di sé, allo scopo di mantenere la temperatura basale. Il risultato è un serio squilibrio circolatorio, che causa, oltre all’interruzione del processo digestivo, una sorta di shock che può avere conseguenze drammatiche.

Può essere molto pericolosa per la salute, per questo motivo i medici raccomandano di intervenire tempestivamente e di non sottovalutare mai questo disturbo perché nei casi acuti può portare ad ischemia intestinale.

Nonostante alla base della congestione ci siano sempre un pasto abbondante ed il brusco passaggio da una temperatura ad un’altra, le persone che soffrono di problemi di stitichezza o di diarrea, di digestione lenta, (con cattivo funzionamento di stomaco ed intestino quindi), risultano essere più vulnerabili.

Nei mesi caldi la principale causa scatenante le congestioni più acute è fare il bagno in mare o in piscina dopo aver mangiato abbondantemente, senza attendere i tempi della digestione. Il tempo che deve passare tra il pranzo ed il bagno dipende prima di tutto da quanto il soggetto ha mangiato (ad esempio se si mangia un panino, della frutta o della pasta con sugo di pomodoro, qualcosa di leggero insomma, è sufficiente attendere un’ora e mezza; al contrario, se il pasto è stato pesante e/o abbondante serviranno almeno tre ore di attesa), ma anche da dove si fa il bagno, molto dipende dalla temperatura dell’acqua, che può essere più o meno calda a seconda di dove si trascorrono le vacanze.

Molti sostengono che fare il bagno subito dopo mangiato non sia pericoloso, questo è vero a patto comunque che il pasto consumato sia stato leggero e che l’acqua non sia freddissima. In questo caso il bagno può essere fatto entro mezz’ora dal pasto.

I sintomi ricorrenti che fanno pensare ad una congestione sono rappresentati da brividi, bruciori di stomaco, capogiri, crampi addominali e allo stomaco, dolore addominale e alla bocca dello stomaco, mal di testa, nausea, pallore, pelle d’oca, stato confusionale, sudorazione fredda, svenimento, visione offuscata, vomito. I sintomi si manifestano in base alla serietà della congestione.

Se i sintomi sono lievi i medici consigliano di bere a piccoli sorsi un bicchiere d’acqua tiepida o di the con un po’ di zucchero. Il soggetto deve essere disteso con le gambe appena sollevate rispetto alla testa e tenere calda la pancia ( o con una borsa dell’acqua calda o con una coperta), appoggiando le mani sull’addome per aiutare a ripristinare il processo digestivo. Tutto questo provoca una vaso dilatazione che consente pian piano di star meglio. Se la sintomatologia è più seria, invece, conviene cercare un tempestivo soccorso medico. In questo caso i medici rialzeranno la pressione sanguigna somministrando al paziente acqua e farmaci vasodilatatori, mediante flebo. Se l’operazione riesce il paziente riuscirà ad espellere aria dall’intestino, questo è un importante segnale di miglioramento.

E’ comunque importante utilizzare il buon senso, nel caso in cui si voglia fare un bagno è fondamentale evitare pasti troppo abbondanti e pesanti, scegliendo invece alimenti leggeri e facili da digerire; non ingerire bevande o cibi ghiacciati e non passare da ambienti troppo caldi ad ambienti troppo freddi e viceversa. Sarebbe utile anche non esagerare con l’aria condizionata in macchina.

 

Se vuoi fare il bagno…attento a cosa mangi ultima modifica: 2017-09-14T17:00:08+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *