Visita sportiva, uno screening fondamentale

533 visualizzazioni Scrivi un commento

In occasione di Expo 2015, i vertici della Federazione Medico Sportiva Italiana (Fmsi) hanno lanciato il messaggio: l’attività sportiva è la medicina per stare bene.
Ippocrate, oltre 2000 anni fa, scriveva: “…se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico avremmo trovato la strada per la salute”.
Sarà presto pubblicata un’indagine promossa dalla Fmsi, svolta nell’Istituto di Medicina dello Sport di Milano e in altri 16 centri italiani  e condotta su oltre 23mila sportivi, in occasione della visita di idoneità. Grazie ad essa sono stati raccolti numerosi dati epidemiologici di grande valore per i medici specialisti in Medicina dello Sport e per le politiche sanitarie italiane.
Nei risultati preliminari si sono riscontrate, ad esempio, anomalie nell’elettrocardiogramma nel 16% dei casi (soprattutto nelle prime visite), rappresentate sia da piccole alterazioni sia rischi di arresto cardiaco improvviso. Grazie a questo test, sono stati rilevati svariati casi di insufficienza coronarica, e quindi persone a grande rischio, in adulti praticanti sport impegnativi, ma allo stesso tempo, una documentata ed estesa riduzione della pressione arteriosa, a tutte le età, anche le più avanzate, con significativi vantaggi sull’apparato cardiocircolatorio, in coloro che praticano da anni attività sportiva.
Inoltre si è evidenziata anche un’alta percentuale di problemi alla vista nei giovanissimi, oltre a molti casi di varicocele grave in giovani adulti (con possibili forti implicazioni sulla futura fertilità), di allergia, di problemi respiratori e di malattie della colonna vertebrale, fino alla scoliosi.
Secondo il dottor Maurizio Casasco, presidente della Fmsi, questo accertamento è fondamentale: essendo venute meno sia la visita scolastica che quella di leva, la valutazione e la certificazione di idoneità sportiva rappresenta il primo e unico controllo  in chiave di prevenzione della salute.

Visita sportiva, uno screening fondamentale ultima modifica: 2015-10-13T10:18:57+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *