Vie le rughe con metodi soft

1201 visualizzazioni Scrivi un commento

La comparsa delle rughe verticali a livello del labbro superiore è uno dei principali segni di invecchiamento del volto. La formazione di queste rughe dipende sia dal progredire dell’età che dalle sbagliate abitudini, la peggiore è rappresentata dal fumo.
Esistono delle metodiche dolci per eliminarle dal peeling al laser e dalla biostimolazione al lipofilling. In caso di rughe poco marcate si può ricorrere al peeling chimico, che, grazie all’azione di sostanze quali l’acido glicolico o piruvico, esfolia gli strati più superficiali della pelle. E’ un trattamento che può essere fatto in ambulatorio, non è doloroso e dev’essere ripetuto almeno 3-4 volte con una pausa di 2 settimane. E’ vietata l’esposizione al sole nel periodo immediatamente successivo al trattamento per evitare la comparsa delle macchie. In presenza di rughe più marcate e profonde può essere utilizzato il trattamento che prevede l’utilizzo del laser frazionale, che produce in modo controllato piccole asportazioni prestabilite di cute. A seconda della potenza del laser il trattamento può essere unico oppure ripetuto 2-3 volte e l’effetto rimane visibile per circa due anni. Nel post trattamento è raccomandato l’utilizzo di creme lenitive.
La biostimolazione rappresenta un’altra soluzione per cancellare le rughe marcate. Con dei sottilissimi aghi vengono iniettate sostanze quali vitamine e prodotti omeopatici (utili per la prevenzione soprattutto), anche plasma arricchito di piastrine (Prp). Il Prp contiene un’alta concentrazione di fattori di crescita, ed andando ad infiltrarsi nelle zone segnate dal tempo, produce l’effetto di riempire le rughe, attenuando l’inestetismo. I risultati sono generalmente buoni anche se dipendono da individuo ad individuo.
In presenza di rughe molto marcate si può effettuare il lipofilling, ossia un prelievo di tessuto adiposo dalla persona mediante liposuzione ed il suo trasferimento nella zona da curare. Oltre ad ottenere il riempimento delle rughe si ha anche la rigenerazione dei tessuti, perché il grasso è ricco di cellule staminali. Questo trattamento, rispetto agli altri, è più invasivo e comporta la comparsa di lividi e gonfiore, che comunque tendono a regredire nel giro di una decina di giorni. Il lipofilling oltre che ad essere adatto al trattamento di rughe profonde, ma anche in caso di malattie degenerative e croniche, come la sclerodermia.

Vie le rughe con metodi soft ultima modifica: 2015-03-12T14:59:56+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *