Viaggio nel cuore della Polinesia

599 visualizzazioni Scrivi un commento

Non c’è nulla di meglio se non tuffarsi nelle acque limpide e azzurre dei mari più belli del mondo per dimenticare il grigio delle città: sarà un’esperienza unica e indimenticabile. Tra le destinazioni consigliate le Cook Islands note per la bellezza delle lagune turchesi, le spiagge di sabbia bianca e le montagne al loro interno.
L’arcipelago delle isole Cook, formato da 15 isole, si trova nella cosiddetta Polinesia neozelandese, in pieno Oceano Pacifico, tra la Polinesia Francese e le isole Samoa , deve il suo nome a James Cook che le scoprì nel 1777. Le Cook Islands rappresentano una delle mete di mare più belle del mondo,  perfetta per un viaggio di nozze, un paradiso ancora incontaminato che offre ai suoi visitatori incantevoli paesaggi diversificati tra verdi isole vulcaniche a sud e bellissimi atolli corallini a nord. Comodamente raggiungibile con voli diretti da Los Angeles, Auckland e Sydney. Sull’arcipelago esistono 6 piccoli aeroporti. Il turismo è la principale risorsa economica delle isole, insieme alle banche offshore e alla produzione di perle, prodotti marini e frutti tropicali.
Le isole Cook sono un territorio in libera associazione con la Nuova Zelanda. I gruppi etnici presenti sul territorio nazionale sono: polinesiani, polinesiani europei e non europei e europei. La lingua ufficiale è il Maori, anche se l’Inglese è molto parlato soprattutto per fini turistici; la religione maggiormente diffusa e molto praticata è quella cristiana. Gli abitanti delle Cook sono grandi amanti della musica e della danza ritmate dai tamburi. Prima ancora di andare a scuola i bambini imparano i ritmi e i movimenti tradizionali.
Le due “perle” dell’arcipelago sono l’isola principale Rarotonga, con l’interno montagnoso percorso da valli in cui scorrono limpidi ruscelli, circondata da spiagge bianchissime attorniate completamente da una incredibile barriera corallina. Ad un’ora di volo da Rarotonga c’è  Aiutaki (definita la piccola Bora Bora), isola corallina da sogno. E’ un’isola piuttosto piatta, di origine vulcanica, che nasce su di una spettacolare laguna triangolare fatta di piccole deliziose isole (motu).
Il clima è prevalentemente tropicale, decisamente caldo, ma mitigato dalle brezze marine, caratterizzato da abbondanti e frequenti precipitazioni. La temperatura media varia fra i 25 e i 29°C.
Il pesce è naturalmente l’elemento base della cucina locale: qui si può assaggiare l’ottimo pesce marinato in succo di lime o in latte di cocco, polipi, patate dolci e tuberi vari. La carne e la maggior parte dei prodotti alimentari sono importati dalla Nuova Zelanda.

 

Viaggio nel cuore della Polinesia ultima modifica: 2015-07-24T15:37:13+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *