Via la cataratta con il nanolaser

970 visualizzazioni Scrivi un commento

I primi interventi di cataratta in Italia effettuati con la tecnica del nanolaser sono stati eseguiti presso il Centro Nazionale di Alta Tecnologia in oftalmologia dell’Università D’Annunzio di Chieti-Pescara dall’equipe del professor  Mastropasqua, precursore della tecnica con femtolaser. Questi interventi rappresentano una vera e propria innovazione nel campo della chirurgia oftalmica. Il laser a Nanosecondi ha la caratteristica di avere una lunghezza d’onda infinitamente corta ed elevatissima efficienza e la sua estrema riduzione della lunghezza d’onda consente di distruggere i tessuti malati senza arrecare nessun danno ai tessuti sani circostanti. Questo consente di operare in tempi ancora più rapidi e di eliminare, oltre alle miopie più elevate, anche le ipermetropie e gli astigmatismi.
Il nanolaser riduce fortemente lo stress chirurgico su strutture delicatissime come l’endotelio, lo strato più interno della cornea, e l’iride che possono venire danneggiate da un uso eccessivo di energia e di ultrasuoni, particolarmente in occhi già affetti da problemi preoperatori.
La nano chirurgia associata alla chirurgia robotica con femtolaser ,consente di operare le cataratte e di eliminare miopie elevate, ipermetropie elevate, astigmatismi elevati e presbiopia senza bisturi e senza ultrasuoni, con minori rischi intra e postoperatori, ed un recupero visivo molto breve e duraturo nel tempo.
Secondo Matteo Piovella, presidente della Società oftalmologica Italiana, quest’ultima innovazione dimostra ancora una volta quanto l’Oftalmologia italiana sia all’avanguardia sia per tecnologie innovative ed avanzate che per la professionalità dei medici oculisti. E questo a tutela della salute visiva dei cittadini italiani.

Via la cataratta con il nanolaser ultima modifica: 2015-09-18T19:32:25+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *