Una molecola “intelligente” combatte il tumore allo stomaco “affamandolo”

956 visualizzazioni Scrivi un commento

Un nuovo metodo per sconfiggere il cancro allo stomaco, un tumore che solo in Italia, nel 2013, ha registrato più di 13mila nuovi casi. La molecola impedisce la formazione di nuovi vasi sanguigni che portano il sangue, conseguentemente il nutrimento, alle cellule tumorali; priva le cellule maligne del loro nutrimento. Questo risultato è stato ottenuto da uno studio di fase III presentato al cinquantesimo Congresso della Società americana di oncologia clinica a Chicago.
Lo studio internazionale Regard è stato condotto su 355 pazienti in 29 diversi Paesi, ha portato la Fda (Food and drug administration) ad approvare con procedura prioritaria la nuova molecola ramucirumab per la monoterapia del tumore gastrico avanzato in progressione dopo la chemioterapia iniziale.
Secondo Alberto Sobrero, responsabile Divisione di oncologia medica dell’Irccs San Martino Ist di Genova, questa molecola rappresenta un importante passo in avanti nella terapia del tumore gastrico, dopo anni in cui non sono state registrate significative novità per il trattamento di questa forma di tumore. Sempre secondo il professore, si tratta di una doppia innovazione: è il primo farmaco oncologico che riceve una specifica approvazione per la cura del tumore gastrico e, inoltre, agisce con un nuovo meccanismo rispetto ai farmaci già esistenti.
Lo studio ha dimostrato che la nuova molecola ha migliorato la sopravvivenza complessiva e quella senza progressione della malattia nei pazienti con tumore allo stomaco avanzato dopo il trattamento con la chemioterapia.

Una molecola “intelligente” combatte il tumore allo stomaco “affamandolo” ultima modifica: 2015-04-16T14:38:39+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *