Un seno giovane e nuovo senza bisturi

1038 visualizzazioni Scrivi un commento

 

Il decolletè è uno dei punti di forza del fascino femminile. Al giorno d’oggi però la mastoplastica non è più l’unica strada, esistono infatti delle alternative più soft che danno comunque dei buoni risultati.

La migliore alternativa all’intervento chirurgico è data dal lipofilling. Una piccola operazione ma meno invasiva rispetto a quella tradizionale. Questa tecnica prevede l’utilizzo di grasso prelevato da altre zone del corpo. La forma della mammella rimane pressochè identica, ma il volume aumenta. Il lipofilling può anche essere utilizzato in associazione con la mastoplastica per correggere eventuali piccoli difetti.

Il grasso viene prelevato dalle parti del corpo che ne sono ricche (glutei, fianchi o addome) ed in anestesia locale il chirurgo effettua infiltrazione di soluzioni specifiche in grado di “sciogliere” il grasso, mediante delle microincisioni. Il grasso viene aspirato e lavorato da appositi macchinari ed il medico sutura le piccole incisioni. A questo punto il medico procede con l’impianto sempre mediante delle microincisioni nel seno, utilizzando piccoli aghi a punta smussata, immettendo il grasso attraverso delle agocannule.

La quantità di grasso impiantata è maggiore di quella necessaria, questo perché nelle settimane successive all’intervento una parte del grasso viene riassorbita, circa il 70-80% entra nei tessuti e circa il 20-30% viene riassorbito. Non si corre il rischio di rigetto perché il grasso è autologo.

L’operazione dura circa 3 ore, successivamente la donna deve indossare un reggiseno contenitivo per qualche giorno, ma nel giro di poco tempo può riprendere le normali attività.

La spesa per questo intervento è abbastanza importante, si parte da 4 mila euro.

Oltre al lipofilling possono essere effettuate delle iniezioni, soprattutto nei casi in cui si voglia distendere la pelle. Le iniezioni, a base di fattori di crescita del collagene, contenute nelle piastrine del sangue, sono in grado di migliorare la qualità ed il tono della cute. Il trattamento non è invasivo, ma è naturale; anche in questo caso non vengono iniettate sostanze estranee ma prelevate dalla stessa persona.

Viene effettuato un prelievo di sangue, circa 20cc, da cui verranno separate le piastrine. Queste vengono messe in un’apposita soluzione che permette la loro rottura e la fuoriuscita dei granuli. Saranno questi, fondamentali nei processi di riparazione e rigenerazione cutanea, ad essere iniettati sotto pelle nel seno.

La durata di questo trattamento è di circa 30 minuti ed i risultati permangono qualche mese, per mantenerli sono necessari cicli di almeno 7 sedute ed il costo di ogni seduta è di circa 400 euro.

Un seno giovane e nuovo senza bisturi ultima modifica: 2014-11-21T11:53:42+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *