Un girotondo di bambini per salvare la Terra

551 visualizzazioni Scrivi un commento

Presentata a Expo Milano 2015, partirà a settembre, la campagna nazionale “Nativi Ambientali”, una collaborazione tra il Ministero dell’Ambiente Galletti, Conai, Consorzio Nazionale Imballaggi e i sei Consorzi di Filiera per il riciclo dei materiali.
La presentazione della campagna si è aperta con un girotondo di 45 bambini (tra i 4 ed i 10 anni), al grido di “salva il mondo, salva la Terra. I bambini erano accompagnati dall’attrice Maria Grazia Cucinotta, Ambassador di Expo Milano 2015 e testimonial dell’evento. Tutti i bambini hanno indossato una maglietta con scritto “giro girotondo”, passandosi di mano in mano, quasi per gioco, i rifiuti di imballaggio. Hanno così mostrato agli adulti come la raccolta differenziata e il riciclo possano essere operazioni facili come un girotondo, ma con l’ambizione di salvare il mondo, per un futuro più leggero senza il peso dei rifiuti.
“Nativi ambientali” è una campagna per la tutela dell’ambiente che nasce con l’obiettivo di stimolare i cittadini partendo da una prospettiva nuova: educare le nuove generazioni all’importanza della raccolta differenziata finalizzata all’avvio al riciclo dei rifiuti. La sfida sarà quella di far diventare i “nativi digitali”, perché nati nel boom della tecnologia, anche “nativi ambientali”, per rispettare il Pianeta.
Durante la presentazione dell’iniziativa, il ministro Gian Luca Galletti ha detto ai piccoli: -“Siete voi il futuro di questo Paese, dovete essere voi  le vere sentinelle dell’ambiente, pronte a educare i più grandi ai giusti comportamenti e a dirci dove sbagliamo. Avete il diritto di ereditare un mondo migliore, ma anche il dovere di prendervene cura, a partire dal vostro giardino, dalla vostra casa”.
L’amore e il rispetto per l’ambiente devono diventare uno stile di vita, un atteggiamento da apprendere sin da piccoli.

Un girotondo di bambini per salvare la Terra ultima modifica: 2015-08-27T23:18:02+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *