Un amore a distanza

2189 visualizzazioni Scrivi un commento

Tra la popolazione italiana con più di 20 anni il 7,7% dichiara di avere una relazione a distanza, storie che durano oltre i sette anni e che interessano soprattutto i giovani, ma non solo loro.
La lontananza aiuta a rafforzare e rendere più solido un rapporto, questo è un comune modo di dire, ma è stato confermato anche da uno studio condotto dall’Università di Hong Kong e pubblicato sulla rivista “Journal of communication”. Da questa ricerca è emerso che gli amori a distanza sono più forti perché acquisiscono gradualmente la capacità di vivere scambi più intensi e di condividere pensieri e sentimenti che col passare del tempo diventano più significativi.
Allo stesso tempo però, vivere una relazione a distanza non è sempre facile, i molti chilometri che separano non aiutano la coppia a conoscersi e a creare un’intimità nella quotidianità. Secondo gli psicologi questo non sempre è una cosa negativa, vengono infatti a mancare la noia e la routine che prima o poi “colpiscono” la maggioranza delle coppie; si ha più voglia di incontrarsi; vivere separati aiuta a mantenere le proprie amicizie, i propri hobby. Nonostante questi vantaggi però i problemi sono sempre in agguato, manca la progettualità, si vive soprattutto il momento; mentre convivenza e vicinanza rappresentano fattori di protezione e rassicurazione. Inoltre risulta difficile la costruzione di un’intimità solida, si può cadere nel tradimento, anche se questo è un rischio anche per i partner vicini. Quello che è fondamentale per una storia a distanza è la fiducia totale e completa, senza di essa non ha senso nemmeno iniziare.
Prima o poi tra i partner nasce la voglia di avvicinarsi, le difficoltà rappresentate dalle diverse città, dal lavoro possono diventare sormontabili se si è convinti del potenziale del rapporto. Ma una volta che la distanza è stata annullata è importante rispettare la coppi senza commettere l’errore di voler fare tutto insieme!

Un amore a distanza ultima modifica: 2015-06-15T16:44:15+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *