Un aiuto contro le gambe gonfie

743 visualizzazioni Scrivi un commento

Il gonfiore degli arti inferiori è quasi sempre legato ad un’insufficienza microcircolatoria o venolinfatica. Sangue e linfa ristagnano nelle gambe causando vari disturbi. Tante sono le donne che si lamentano di questo problema, che può diventare malattia quando subentrano altri fattori di rischio quali vita sedentaria, alimentazione scorretta, gravidanza, stitichezza. Spesso il problema è legato semplicemente a ritenzione idrica ed è risolvibile con trattamenti mirati. Uno di questi è la mesoterapia, una tecnica poco invasiva che si esegue in ambulatorio, utile perché va a stimolare il microcircolo e va a combattere gli edemi. Si effettua facendo delle iniezioni sottocute di varie sostanze da farmaci a sostanze omeopatiche specifiche. Al termine della seduta può comparire rossore destinato a sparire in poche ore. Già dopo le prime sedute si possono osservare i primi miglioramenti; si consigliano almeno 4-5 sedute (il costo di ciascuna può andare dai 40 ai 70 euro) a cadenza settimanale, poi quindicinale ed in fine mensile. E’ indispensabile il mantenimento, in caso di interruzione del trattamento i benefici si protraggono da uno ad alcuni mesi. Un altro trattamento utilizzato è la carbossiterapia, una metodica poco invasiva che richiede l’iniezione di anidride carbonica sottocute o nel derma, andando a stimolare la circolazione periferica e aumentando il drenaggio venolinfatico di liquidi e tossine. La quantità di anidride carbonica utilizzate è limitata quindi non è nociva e viene eliminata con la respirazione. Esplica la sua azione esclusivamente nel distretto in cui viene iniettata. La seduta dura dai 20 ai 40 minuti, in base all’estensione della zona da trattare e alla tollerabilità, al termine può persistere lieve rossore che scompare nel giro di una ventina di minuti. Già alla fine della seduta si iniziano a vedere i primi risultati, solitamente sono consigliate almeno una decina di sedute (ciascuna va dai 70 ai 100 euro) , una o due volte la settimana con un mantenimento mensile in quanto i risultati permangono ma non sono permanenti. Molto utilizzato anche il linfodrenaggio manuale, sia in associazione che in alternativa ai due trattamenti precedenti. Questa tecnica va a migliorare lo scorrimento della linfa, riducendone i ristagni. Il massaggio inizia da viso e collo fino a scendere alle caviglie. Il trattamento dura circa 50 minuti e al termine possono comparire lievi rossori. I risultati diventano ben evidenti già dopo 5 sedute (il costo di ciascuna seduta è di circa 70 euro), si consiglia un ciclo di almeno 10 massaggi settimanali da ripetere almeno 2 volte l’anno.
E’ importante comunque una alimentazione sana e nutriente, cercando di evitare gli alimenti grassi, limitando la carne e preferendo il pesce, consumare abbondanti quantità di frutta e verdura e bere almeno due litri di acqua al giorno. Sarebbe utili praticare attività fisica costante, sono sufficienti 40 minuti o un’ora a giorni alterni

Un aiuto contro le gambe gonfie ultima modifica: 2014-12-30T16:47:49+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *