Tatuaggi: via con un crema

1928 visualizzazioni Scrivi un commento

 

Nel momento in cui ci facciamo un tatuaggio pensiamo sia per sempre.. purtroppo in alcuni casi non è così.. e questo si verifica soprattutto quando ci facciamo incidere nomi, frasi o disegni legati a particolari situazioni e ricordi che però possono mutare col tempo. Per rimuovere un tatuaggio, al momento, esiste solo il laser ed in molti ne hanno già fatto ricorso.

Tra non molto, però, a questa tecnica potrebbe affiancarsene una più pratica e rapida, di grande efficacia; tutto questo ammesso che gli studi di Alec Falkenham, dottorando presso la Dalhousie University  di Halifax (Canada), vadano a buon fine.
Niente più laser né altri trattamenti invasivi: a breve per cancellare un tatuaggio potrebbe anche essere sufficiente una semplice crema.  Falkenham infatti sta mettendo a punto un prodotto a uso topico che potrebbe letteralmente far sparire dalle pelle quei tatuaggi che ci hanno stancato.

L’obiettivo del giovane ricercatore è sfruttare i naturali processi che vengono attivati nella nostra pelle quando facciamo un tatuaggio. Quando ci tatuiamo, infatti, il pigmento dell’inchiostro si deposita nella pelle: a quel punto intervengono i macrofagi, incaricati di “mangiare” il materiale estraneo per proteggere i tessuti circostanti. I macrofagi reagiscono all’inchiostro in due maniere differenti: alcuni trasportano una parte del pigmento verso i linfonodi locali per l’immediata rimozione; altri, dopo aver mangiato il pigmento, si depositano negli strati più profondi della pelle, diventando inattivi e formando il tatuaggio visibile: con il trascorrere del tempo, nuovi macrofagi andranno a rimpiazzare questi, causando lo scolorimento.

L’idea di Falkenham consiste nel realizzare una crema che, mediante delle vescicole fosfolipidiche, i liposomi,  porti i nuovi macrofagi a rimuovere il pigmento attraverso i linfonodi; i macrofagi, giunti per rimuovere i liposomi, prenderanno anche il residuo di colore con sé.

Rispetto alla rimozione classica dei tatuaggi, questo nuovo metodo non solo sarebbe indolore, ma anche privo di effetti collaterali, quindi niente cicatrici o bruciature. Secondo lo studioso, con l’utilizzo di questa crema, il tatuaggio dovrebbe svanire un poco alla volta, anche se non è ancora possibile stimare il numero di applicazioni necessarie. A quanto pare per ottenere i risultati migliori il tatuaggio deve essere vecchio di almeno due anni, anzi più è vecchio e meglio è.

Al momento, il prodotto è ancora in fase di ricerca: ma ci sono numerosi volontari pronti a sottoporti alla sperimentazione della crema.

 

 

 

Tatuaggi: via con un crema ultima modifica: 2015-03-04T15:27:15+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *