Il Tai chi fa bene al nostro cuore

698 visualizzazioni Scrivi un commento

Secondo una stima recente, sono oltre 17 milioni le persone che ogni anno muoiono per infarto, ictus e altri problemi cardiocircolatori. Le malattie cardiovascolari infatti risultano essere la prima causa di decesso nel mondo. Nella maggior parte dei casi, questo potrebbe essere evitato seguendo un corretto stile di vita, riducendo il consumo di grassi e di cibi calorici e aumentando l’attività fisica (basterebbero 25 minuti di camminata a passo sostenuto al giorno). Un gruppo di esperti americani ha individuato alcune attività ideali, che si sono rivelate essere alleate della circolazione. Tra queste c’è il Tai chi chuan, un’arte marziale nata in Cina per difese, ma che in Occidente viene praticata per raggiungere l’equilibrio ed il benessere fisico e mentale. Questa disciplina consiste in movimenti lenti, continui e circolari che permettono di rilassarsi e di caricarsi di energia. Grazie ai suoi esercizi ed alla respirazione, il Tai chi riesce a dare benessere a tutto l’organismo, normalizzando il ritmo del cuore.
Secondo uno studio pubblicato sulla rivista “European journal of preventive cardiology” e condotto su una trentina di anziani che praticavano Tai chi da tre anni per un’ora e mezza la settimana, si è osservata una riduzione della pressione arteriosa, rispetto ad un secondo gruppo che non praticava questa disciplina. Inoltre altri studi, hanno mostrato che la pratica del Tai chi determina un miglioramento del profilo lipidico ed una riduzione della glicemia. I movimenti del Tai chi esercitano un effetto benefico a livello del sistema nervoso, abbassando il livello di stress, collegato con l’ipertensione.
Un’altra ricerca, svolta al Beth Israel deaconess medical center di Boston e condotta su 100 individui con scompenso cardiaco, ha dimostrato quanto il Tai chi sia adatto a chi soffre di questo disturbo. I partecipanti allo studio sono stati divisi in due gruppi: al primo è stato fatto praticare Tai chi un’ora due volte  alla settimana per due mesi , al secondo sono state fatte praticare comuni lezioni di ginnastica e di educazione alla salute. Alla fine dello studio gli individui del primo gruppo avevano raggiunto un maggior livello di benessere globale, avevano sopportato bene l’esercizio fisico e nessuno aveva abbandonato i corsi.
Inoltre, il Tai chi migliora la qualità del riposo con importanti benefici sul cuore. Secondo un’indagine svolta in California su 112 persone anziane con disturbi del sonno (insonnia ed apnee notturne), la pratica di questa arte marziale  due volte alla settimana per quattro mesi, ha permesso di migliorare in modo significativo i problemi del sonno, che possono incidere sul benessere del cuore.

Il Tai chi fa bene al nostro cuore ultima modifica: 2015-12-10T09:00:18+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *