Sumus, il sacchetto in carta riciclata

867 visualizzazioni Scrivi un commento

Da rifiuto a sacchetto: la carta da macero può essere trasformata in un sacchetto biodegradabile e compostabile, adatto alla raccolta dei rifiuti organici. Un modo per restituire al Pianeta ciò che precedentemente gli è stato tolto dall’uomo. L’idea è venuta ad un’azienda italiana, che ha creato Sumus, un sacchetto studiato e brevettato per contenere il rifiuto umido domestico, che permette ai rifiuti di perdere peso asciugandosi (più del 20% in due giorni), eliminando liquidi e cattivi odori senza rompersi, perché ha un fondo multistrato, un fondello mobile di rinforzo posto al suo interno, alettatura, colle e inchiostri biodegradabili, grande resistenza, al 100% in carta riciclata. La carta “respira” favorendo l’attivazione del processo di compostaggio ed evitando l’effetto “marcio”.
Tutte queste caratteristiche consentono a Sumus eccezionali prestazioni tecnico-ambientali e risparmi per utenti, Comuni, gestori di raccolta e impiantisti.
La mission di Sumus Italia è quella di inventare, produrre e commercializzare involucri biodegradabili e compostabili attraverso l’impegno di materiali provenienti dalla raccolta differenziata. L’azienda è convinta che la realizzazione di involucri alternativi agli attuali che abbiano il minor impatto ambientale possibile, sia una necessità impellente per la nostra società, per realizzare uno sviluppo ecocompatibile e responsabile.
L’obiettivo è quello di estendere l’impiego dei materiali biodegradabili e compostabili anche agli involucri oggi non riciclabili, cercando di sottrarre quote agli involucri che non possono essere differenziati.
Oggi in Italia esistono più di 250 siti di compostaggio che producono migliaia di tonnellate di compost di qualità che arricchiscono i nostri terreni. Il suo utilizzo è fondamentale per evitare il fenomeno di desertificazione. Sumus è adatto anche al compost di qualità, per l’agricoltura. L’uso della carta infatti migliora la qualità del compost aggiungendo una notevole quantità di fibre di lignina, di cui generalmente il rifiuto organico urbano è scarso.

 

Sumus, il sacchetto in carta riciclata ultima modifica: 2015-06-14T21:17:53+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *