Stop alla forfora

762 visualizzazioni Scrivi un commento

 

La forfora è uno dei problemi estetici più diffusi ed è data dalla desquamazione del cuoio capelluto. Può avere origini diverse e può essere di due tipi: grassa e secca.

La forfora grassa è spesso legata alla dermatite seborroica, dove si osserva uno squilibrio di sebo, la sostanza che riveste e protegge la pelle ed il cuoio capelluto. Il trattamento, in questo caso, coincide con quello della dermatite seborroica: esistono numerosi prodotti, ad esempio degli shampoo a base di zinco e selenio, che limitano la produzione di sebo e rallentano il ricambio delle cellule del cuoio capelluto. Una novità è rappresentata dai prodotti a base di alukina che contiene allume di rocca, un antisettico naturale, acido glicirretico, che riduce l’infiammazione e vitamina A, che agisce sul ricambio cellulare. Ovviamente, se questi trattamenti non bastano è opportuno rivolgersi al dermatologo.

La forfora secca è invece dovuta ad intolleranze nei confronti dei prodotti utilizzati per i capelli che possono essere troppo aggressivi o irritanti per il cuoio capelluto. E’ importante scegliere in modo corretto questi prodotti, magari con l’aiuto del farmacista. Ideale sarebbe l’assenza di alcool nella loro composizione, in quanto questa sostanza è irritante. Se l’allergia riguarda determinate piante bisogna prestare attenzione agli ingredienti contenuti nei vari prodotti. Anche in questo caso, se il problema non si risolve è bene rivolgersi ad uno specialista.

In caso di presenza di forfora è possibile lavarsi la testa anche tutti i giorni (soprattutto se si abita in città), a differenza di quanto si è sempre detto, l’importante è utilizzare prodotti delicati e non strofinare con forza il cuoio capelluto, ma massaggiare con i polpastrelli.

E’ possibile ricorrere anche a rimedi naturali che rappresentano soluzioni delicate che possono essere associate a prodotti specifici consigliati dal dermatologo. Ovviamente le persone allergiche ai loro ingredienti non devono utilizzarli. Ad esempio, in caso di forfora grassa il cuoio capelluto può essere massaggiato, mattina e sera per un mese circa, con una lozione a base di timo.

 

Stop alla forfora ultima modifica: 2015-02-02T14:49:42+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *