Spesso nei bambini le allergie alimentari sono collegate ai pollini

1820 visualizzazioni Scrivi un commento

In Italia ci sono sempre più casi di allergie alimentari nei bambini e sempre più spesso lo stesso bambino manifesta accanto ai sintomi di allergie alimentari sintomi di allergie ai pollini. A lanciare l’allarme sono i pediatri della Sipps, la Società italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Da uno studio condotto negli anni scorsi, è emerso che, prendendo in esame soggetti affetti da allergia alimentare, se il 45% presentava un’allergia alimentare di tipo 1 (allergia riferibile solo ai cibi), nel 55% dei casi, invece, si trattava di allergia alimentare di tipo 2, cioè di una “sindrome orale allergica”, conseguente a pollinosi. Gli alimenti più incriminati per le allergie correlate con i pollini sono frutta e verdura: in genere, basta il contatto con questi alimenti crudi, per presentare prurito e bruciore localizzati alla gola, spesso con gonfiore delle labbra fino ad arrivare allo shock anafilattico in un minimo numero di casi. Non tutta la frutta e la verdura sono incriminate e la reazione dipende proprio dal tipo di pollinosi: gli “incroci” più pericolosi sono rappresentati da quello tra polline di betulla, quercia, nocciolo e i frutti appartenenti alla famiglia delle Rosaceae (mela, pesca, pera, prugna, albicocca, ciliegia, susina, mandorla); quello tra pollini di ambrosia (pianta che ha infestato in pochi anni bordi delle strade e margini di campi in prossimità degli aeroporti lombardi) e melone, anguria, banana, camomilla, zucca, sedano; quello tra pollini di graminacee (gramigna, loglio, frumento ecc.) e mela, pomodoro, arancia e quello tra il polline della parietaria con gelso, basilico, pisello, melone e ciliegia. La raccomandazione principale dagli esperti della Sipps è quella di evitare di consumare gli alimenti responsabili di “sindrome orale allergica”, cioè delle allergie incrociate, soprattutto nel periodo della pollinazione associata.

Spesso nei bambini le allergie alimentari sono collegate ai pollini ultima modifica: 2014-09-29T16:27:34+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *