Una soluzione contro l’intolleranza all’istamina

1273 visualizzazioni 1 Commento

L’istamina è un composto azotato ampiamente diffuso nell’organismo, è un mediatore chimico coinvolto nelle reazioni immunitarie ed allergiche ed è presente in molti alimenti. Solitamente questa sostanza viene degradata dalla diaminossidasi, DAO, un enzima presente nell’intestino tenue e che ha il compito di eliminare l’istamina in modo da evitarne l’assorbimento in modo che non provochi disturbi. Purtroppo però, alcune persone non hanno una sufficiente quantità di questo enzima e di conseguenza l’istamina rimane in circolo causando problemi di intolleranza , difficoltà respiratorie.
Alcuni tra i cibi da tenere sotto controllo, sia per il loro elevato contenuto in istamina che per la loro capacità di aumentarne il rilascio o di inibire le DAO, sono: pesce in scatola ed affumicato, crostacei e molluschi, salsicce, salame, carne secca, prosciutto affumicato, mortadella, formaggi fermentati e stagionati, pomodori, spinaci, crauti, conserve, vino, birra, lievito, cioccolato, fragole, banana, lampone, kiwi, noci, nocciole, caffè.
Tutti questi alimenti, direttamente o indirettamente ricchi di istamina, quando assunti in grande quantità possono provocare sintomi simili a quelli di un’allergia alimentare; tecnicamente, però, si tratta di un’intolleranza, poiché il sistema immunitario non viene coinvolto.
I sintomi più comuni dell’intolleranza all’istamina sono prurito, arrossamento di viso e collo, orticaria, nausea, vomito, diarrea, cefalea e vertigini; variano in base alla concentrazione della sostanza e alla sensibilità individuale e tendono a svanire abbastanza rapidamente, ma nei casi più gravi possono arrivare a produrre un brusco calo della pressione sanguigna. Particolarmente a rischio sono i soggetti intolleranti all’istamina e le persone con insufficienza primaria o secondaria di DAO (ad esempio per assunzione di farmaci).
Alle persone con intolleranza all’istamina viene prescritta una dieta priva di alimenti ricchi di istamina o istamino-liberatori; in base alla gravità dei sintomi tali restrizioni saranno più o meno importanti.
Non sempre è facile eliminare tutti i cibi che contengono istamina. La soluzione più semplice è quella di assumere un integratore in grado di ripristinare i livelli ottimali di DAO. DAOsin è un integratore alimentare proposto in caso di intolleranza all’istamina. L’intolleranza alla istamina è dovuta allo sbilanciamento tra l’istamina e la DAO. La quantità di DAO contenuta in DAOsin va ad integrare l’enzima autoprodotto necessario per la degradazione di istamina. DAOsin va preso prima dei pasti e allevia l’irritazione intestinale da istamina alimentare.

Una soluzione contro l’intolleranza all’istamina ultima modifica: 2015-08-31T23:53:01+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

1 Commento
  1. stefano

    29 ottobre 2016 at 10:18

    Buongiorno
    Vorei sapere se il Daosin ha qualche controindicazione e se serve la prescrizione medica per acquistarlo.
    Grazie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *