Sconfiggere il bullismo

563 visualizzazioni Scrivi un commento

La scuola è il luogo dove avviene il 68% degli episodi di bullismo e nella maggioranza dei casi resta sommerso (secondo gli ultimi dati raccolti, solo 1 bambino su 5 informa un adulto di esserne stato vittima). L’ha sottolineato Telefono azzurro, da sempre schierato in difesa dei bambini e dei ragazzi, in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico, ricordando che, grazie a un’intesa con il ministero dell’Istruzione, è attiva 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno la Linea nazionale di contrasto del fenomeno del bullismo con il numero gratuito 1.96.96 e la chat( www.azzurro.it/chat). Inoltre, sono previste anche attività di sensibilizzazione e formazione nelle scuole, utili a favorire l’adozione delle migliori modalità di prevenzione e intervento, coinvolgendo studenti, insegnanti e genitori.
Telefono Azzurro lancia il progetto di comunicazione no-profit “Ferma il bullismo” ideato da Armando Testa. Il nuovo film, per la tv e per il web, racconta la storia di un uomo che nella quotidianità rivive ossessivamente le violenze di cui era stato vittima molti anni prima. Con una frase finale d’effetto: “Quello che subisci da piccolo può segnarti tutta la vita”.
Le vittime di bullismo sono esposte al rischio di suicidio con una probabilità doppia di metterlo in atto rispetto ai coetanei (secondo ricerche internazionali a tentare il suicidio è il 10% delle vittime), il 30% compie atti di autolesionismo. In 1 caso su 4 le vittime sono studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Gli episodi avvengono lontano da occhi di persone che possono vedere e nel 67,9% dei casi questi fatti accadono nel contesto scolastico.
Secondo il Professor Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro e Ordinario di Neuropsichiatria infantile presso l’università di Modena e Reggio Emilia, il bullismo può essere sconfitto. Per farlo è fondamentale rompere il silenzio che circonda ed isola le vittime, uccidendo ogni speranza. Questo però non basta, bisogna anche saper cogliere immediatamente i segnali di ciò che accade tra i banchi e nei corridoi delle nostre scuole, intervenendo tempestivamente. Per questo motivo, la stretta collaborazione tra Telefono Azzurro e MIUR si sta rivelando strategica per realizzare interventi integrati che, a partire dalla richiesta di aiuto di bambini, ragazzi o adulti, arriva a coinvolgere genitori, insegnanti e altri soggetti del mondo della scuola. E’ importante che genitori e insegnanti comunichino tra loro e si metta in atto un intervento condiviso e coerente.

Sconfiggere il bullismo ultima modifica: 2015-10-16T04:39:00+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *