S.O.S. pidocchi

394 visualizzazioni Scrivi un commento

Come ogni anno, con la riapertura delle scuole si ripresenta la “preoccupazione” per la diffusione dei pidocchi. Questi piccoli insetti grigiastri lunghi da 1 a 3 millimetri, si trasmettono per contatto diretto tra teste. La loro bocca è dotata di rostro e di tre stiletti che servono per ancorarsi e succhiare il sangue, liberando contemporaneamente una sostanza anticoagulante, che è irritante e che provoca prurito. La vita media di questi insetti è di circa un mese; ogni femmina può produrre fino a 300 uova, che si schiudono in 15 giorni.
Secondo un recente studio, condotto negli Stati Uniti ed in Canada, e pubblicato sulla rivista “Journal of medical entomology”, questi insetti stanno diventando sempre più resistenti ai rimedi utilizzati per eliminarli, ma nonostante ciò, i prodotti oggi disponibili in farmacia sono tutti efficaci, basta che vengano utilizzati correttamente.
Esistono prodotti a base di insetticidi (shampoo, mousse, polvere..) che con un trattamento di solito sono in grado di eliminare tutti gli insetti adulti, ma non le lendini (uova). La cura va ripetuta dopo per una settimana, per eliminare gli insetti eventualmente nati dalle uova. Le uova però, devono essere rimosse con il pettinino a denti fitti.
Da qualche tempo sono in commercio prodotti a base di silicone che agiscono in modo meccanico, avvolgendo e soffocando i pidocchi. Anche in questo caso il trattamento dev’essere ripetuto dopo una settimana e le uova devono essere rimosse col pettinino. Ovviamente questi prodotti risultano essere meno irritanti di quelli chimici, ma talvolta l’efficacia è inferiore.
In farmacia si possono trovare anche prodotti a base di oli essenziali da applicare come i prodotti chimici, pur essendo innocui non ci sono dati certi sulla loro efficacia. Non sono in grado di rimuovere le uova.
Esistono in commercio dei pettini elettrici che liberano scariche elettriche a bassa intensità capaci di uccidere sia i pidocchi che le lendini. E’ il metodo più efficace, ma per eliminare tutte le uova è necessario utilizzarlo per due settimane, su capelli asciutti. E’ sconsigliato il suo utilizzo in associazione ai prodotti chimici contro i pidocchi.
I trattamenti “anti pidocchi” non devono essere utilizzati troppo spesso. Esagerare comporta l’aumento del rischio di rendere questi insetti resistenti al rimedio.

S.O.S. pidocchi ultima modifica: 2015-10-05T17:16:12+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *