Rimedi naturali contro la ritenzione idrica

256 visualizzazioni Scrivi un commento

La ritenzione idrica interessa circa il 40% delle donne, ma questa percentuale è destinata a salire nei periodi di caldo afoso, questo è quanto emerge da uno studio condotto dall’Università di San Diego. Il nostro corpo si comporta come una sorta di spugna e quando c’è molta umidità nell’aria tende ad assorbirla. Inoltre, i vasi sanguigni con il caldo tendono a dilatarsi e far trasudare molti liquidi che vanno ad infiltrarsi nei tessuti.

Per ovviare a questi inconvenienti esistono molti rimedi piuttosto efficaci. Tra questi ne ricordiamo alcuni.

Il sale si sa che favorisce la ritenzione idrica, bisognerebbe eliminarlo dalla nostra tavola. Questo però potrebbe essere controproducente in quanto la sua assenza potrebbe determinare una maggiore richiesta di cibi salati come possono essere i salumi o alimenti conservati. Secondo gli specialisti l’utilizzo di una manciata di sale grosso integrale e non raffinato non fa danni a patto che venga aggiunto rigorosamente a fine cottura.

Sono importanti anche gli abbinamenti a tavola: alcuni alimenti favoriscono la ritenzione idrica, se questi però vengono associati in modo “furbo”ad altri che la combattono si evita di correre rischi. Se pesce, carne e uova (che tendono a far trattenere liquidi grazie al loro contenuto proteico)vengono abbinati a verdure e ortaggi aromatici come rucola, scarola.. questo non succede. Un altro abbinamento corretto è quello del formaggio consumato con un’insalata di cetrioli, finocchi, sedano che hanno azione diuretica. U

Un ottimo rimedio naturale antiritenzione idrica è rappresentato dagli smoothie a base di frutta e verdura, basta sceglierli dei gusti giusti, sono dissetanti e salutari. Un’ultima moda è quella di bere le water plants, ossia drink a base di linfe estratte da alcuni vegetali, un esempio la linfa di betulla che è ricca di sostanze benefiche e contenente betulina con proprietà diuretiche e disintossicanti.

Ottimo per combattere la ritenzione idrica è il massaggio con il bamboo: prima si cosparge il corpo con olio tiepido e successivamente vengono fatte rotolare e scivolare le canne di bamboo di diversa lunghezza e dimensione. Il tutto viene effettuato con movimenti lenti e ritmici che vanno a stimolare la circolazione linfatica. Ottimi anche i bagni drenanti, soprattutto quelli che utilizzano foglie di corteccia di ippocastano (grazie all’escina, un fitoestratto contenuto in questa pianta, che va a decongestionare i vasi sanguigni migliorando la circolazione e riducendo l’accumulo di liquidi) oppure oli silvestri (oli di pino mugo, di cipresso, di ginepro con effetto riscaldante e quindi stimolante sulla circolazione).

Anche il massaggio fatto con un mix di oli rappresenta una formula ideale contro i liquidi in eccesso: per avere dei buoni risultati bisognerebbe massagiare le gambe tutti i giorni con un mix di olio di mandorle dolci o di jojoba, olio essenziale di arancio amaro, olio di cipresso, olio di ginepro ed olio di rosmarino.

Inoltre, sulle zone più colpite dalla ritenzione idrica è bene applicare un impacco fatto con argilla e con oli essenziali di betulla e di rosmarino. Questo impacco dev’essere applicato tiepido sulle zone da trattare e dev’essere lasciato in posa per 15 minuti. Il trattamento dev’essere ripetuto in paio di volte alla settimana.

 

Rimedi naturali contro la ritenzione idrica ultima modifica: 2018-03-12T12:00:07+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *