Reax Raft, un allenamento a prova di equilibrio

304 visualizzazioni Scrivi un commento

Il nuovo training portato in Italia da Sayonara Motta si chiama Reax Raft: un programma estremamente versatile e divertente che si svolge in acqua (sia indoor che outdoor) e che prevede l’utilizzo di una floating board.

Reax Raft è una disciplina adatta a tutti e può offrire un lavoro a 360° dove il connubio fra allenamento e divertimento è sicuro. Un lavoro che sviluppa le reazioni fisiche e sollecita i gruppi muscolari.

Il fluido movimento dell’acqua destabilizza qualsiasi gesto motorio che si effettua sulla floating board, questo determina un workout imprevedibile, efficace e divertente. Il Reax Raft abbina le imprevedibili oscillazioni del moto dell’acqua a degli esercizi a corpo libero per stimolare una reazione del corpo basata su forza, resistenza, equilibrio e agilità.

Questa nuova disciplina risulta essere funzionale per preparare il corpo e la mente a qualsiasi tipo di imprevisto a livello motorio, migliorare la capacità propriocettiva e favorire una reazione opportuna del corpo. Sfrutta una serie di esercizi per stimolare i sensi che ricevono le informazioni e per riuscire ad allenarli a tradurre prontamente le corrette reazioni biomeccaniche, biochimiche e biofisiche.

Reax Raft è versatile e semplice. L’imprevedibilità dell’acqua si amplifica per effetto del movimento di chi si allena di fianco a noi ed interferisce improvvisamente durante l’esecuzione dell’esercizio con intensità sempre diversa, costringendo il corpo e la mente dell’atleta a reagire ad ogni perturbazione.

Di conseguenza non è difficile comprendere perché a parità di tempo di allenamento si ottengono maggiori risultati. La somministrazione di stimolazioni improvvise durante il gesto motorio rende molto più efficace qualsiasi tipologia di allenamento. In questa disciplina l’attivazione muscolare è sempre alta e costante grazie all’imprevedibilità dell’acqua e questo migliora i risultati in modo incredibile.

La floating board presenta una particolare superficie antiscivolo che garantisce confort e sicurezza consentendo di svolgere gli esercizi sia in stazione eretta, che supini o proni. La tavola galleggiante è lunga 2 metri, larga 90 centimetri ed alta 15 centimetri. Questo strumento si presenta come un pavimento “intelligente” che consente di svolgere qualsiasi classico esercizio, ma con eventi di destabilizzazione.

Alla floating board può essere associato uno strumento chiamato Reax Chain, che non è altro che una catena di anelli flessibili e snodabili che può essere sfruttata come una kettlebell, una battle rope, un bilanciere e altre modalità. Questo tipo di attrezzo sfrutta gli elementi che costituiscono lo sforzo fisico (inerzia, dinamicità, forza centrifuga e progressività) per allenare corpo e mente.

Nel Reax Raft l’allenamento abbandona la staticità e la prevedibilità di serie e ripetizioni delle altre attività fisiche svolte in palestra e punta ad abituare corpo e mente a reagire tempestivamente a luci, suoni e pavimenti che oscillano.

Questo tipo di allenamento funzionale sfrutta vari strumenti per sollecitare gli impulsi che determinano le diverse risposte motorie: gli stimoli luminosi, sonori e sensoriali che mettono in moto risposte motorie e volontarie e le interferenze che generano risposte riflesse e non determinate dalla volontà.

 

Ovviamente le combinazioni di allenamento sono infinite e vengono controllare dal personal trainer tramite un tablet e un’apposita applicazione.

Reax Raft, un allenamento a prova di equilibrio ultima modifica: 2018-07-11T14:47:47+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *