Piccoli accorgimenti “antiinfluenza”

1327 visualizzazioni Scrivi un commento

Si avvicina l’inverno e come ogni anno si ripresenta il problema dell’influenza. Per evitare di ammalarsi bisogna evitare di stare troppo al chiuso in ambienti chiusi ed affollati. Per prevenire l’influenza o almeno per contrarla in modo più leggero e per alleviare i sintomi basterebbero piccoli accorgimenti quotidiani: fare un po’ di attività fisica all’aperto, ovviamente con un abbigliamento adeguato, evitare lo stress, dormire di più..se possibile..e bere latte caldo o brodo. I virus dell’influenza 2014-2015 saranno tre: A/H1N1/California, A/H3N2/Texas e B/Massachussetts. Secondo gli esperti non sarà un’influenza aggressiva, solitamente viene superata quasi sempre bene da persone adulte e sane, ma in alcuni casi può essere pericolosa: nei bambini con età inferiore a 5 anni, negli anziani sopra i 65 anni, nei malati cronici con disturbi respiratori e cardiovascolari, nei diabetici e nelle persone con insufficienza renale e nelle persone con il sistema immunitario compromesso perché malate di Aids o perchè assumono farmaci immunosoppressori. Nella maggiorparte di questi casi è indicato il vaccino antiinfluenzale, da effettuarsi circa due mesi prima dell’arrivo previsto del virus. Ovviamente con l’antiinfluenzale non si può essere sicuri al 100% di non contrarre l’influenza, comunque il vaccino evita l’influenza in 8 casi su 10 e nei restanti ne riduce le complicazioni e attenua i sintomi.
Se l’inverno sarà rigido l’influenza colpirà con una maggiore intensità, al contrario se sarà mite e con sbalzi di temperatura, come è questo autunno, saranno favorite le sindromi parainfluenzali che presentano sintomi più lievi. La “vera” influenza si manifesta con febbre anche molto alta, raffreddore tosse e mal di gola, dolore alle ossa e spesso problemi gastrointestinali; tutto questo si dovrebbe risolvere in una settimana. I virus sono sempre presenti, ma con il freddo tendono a diffondersi più facilmente perché le persone tendono a riunirsi in luoghi chiusi. Le mani entrano in contatto con oggetti e superfici che possono essere state infettati dal virus lasciato da altre persone. E’ importante lavarsi spesso e accuratamente le mani con acqua calda e per almeno 30 secondi. Inoltre, oltre che buona educazione è utile mettere la mano davanti a bocca e naso quando si starnutisce. L’ideale sarebbe utilizzare un fazzoletto di carta da buttare immediatamente.

Piccoli accorgimenti “antiinfluenza” ultima modifica: 2014-10-25T17:38:24+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *