Orticolario…il giardinaggio evoluto

1487 visualizzazioni Scrivi un commento

 

Orticolario rappresenta un appuntamento imperdibile per gli appassionati di giardinaggio, dedicato al verde e al giardinaggio evolutivo. Appena archiviata l’edizione 2014, Orticolario pubblica il bando per il terzo Concorso Internazionale per la realizzazione di giardini a tema e installazioni nel parco di Villa Erba a Cernobbio, sede della manifestazione: dal 17 novembre 2014 al 30 gennaio 2015 progettisti del paesaggio, architetti paesaggisti, agronomi, forestali, ingegneri, ingegneri forestali, progettisti di giardini, designer, artisti, vivaisti potranno presentare domanda di ammissione per partecipare al concorso 2015. L’iscrizione al concorso è gratuita.

Finalità dell’iniziativa è l’individuazione di progetti innovativi che presentino spunti progettuali, tecniche e materiali, in linea con le premesse, gli obiettivi estetici e gli standard qualitativi della manifestazione. Dalle più remote regioni italiane e dall’Europa, portatori di conoscenze e venditori di “storie che stanno dietro le foglie”, si confrontano, con le proprie collezioni, con un pubblico attento alle novità botaniche.

Orticolario è un omaggio al giardino e al fascino del fiore, da cogliere attraverso forme, profumi, colori, sensazioni, in una suggestione di stimoli offerti dal mondo vegetale con la complicità del lago.

Questa è la motivazione che ha spinto un gruppo di amici comaschi, appassionati di giardinaggio, a promuovere l’iniziativa con il supporto della Società Ortofloricola Comense.

A far da cornice alla manifestazione è la prestigiosa collocazione nel complesso di Villa Erba a Cernobbio sul lago di Como. Cernobbio, un raffinato salotto affacciato sul Lario con la signorilità delle ville, i panoramici dintorni, i luoghi d’arte, è il soggiorno ideale per un turismo d’elite in un contesto romantico e culturale.

Il giardino di Villa Erba è il solo, di tutti i giardini sulle sponde del lago, a presentarsi pressoché interamente pianeggiante; un giardino di gusto inglese. Tale modello progettuale dovette probabilmente caratterizzare questo luogo fin dalle origini e fu poi rispettato dai diversi proprietari, sicuramente affascinati dal fluttuare, sotto l’azione dei venti e delle brezze di lago, delle amplissime chiome di molte piante, ma soprattutto dei maestosi platani. Il succedersi delle stagioni non fa che incrementare il fascino di tale impostazione botanica, così che il visitatore resta in ogni caso ammirato di fronte alle nude strutture arboree dei mesi invernali, ai differenti toni del verde primaverile e agli scuri e ombrosissimi fogliami dell’estate, che poi si tramutano in una sinfonia di rossi e gialli nell’autunno. L’area è suddivisa in pochi, ma vasti, spazi erbosi e alberati, separati fra loro da sinuosi viali che conducono al lago e alla villa.

Il paesaggio lariano, celebre in tutto il mondo, rappresenta un museo all’aperto, testimonianza di un secolare rapporto di complicità tra uomo e natura. Difficile pensare al Lago di Como senza i suoi paesini, le sue ville, i suoi giardini. Uno scenario unico in cui l’ambiente naturale e l’intervento umano si completano a vicenda.

Una delle finalità di Orticolario è quella di devolvere i proventi netti derivanti dalla manifestazione ad associazioni benefiche del territorio lariano. Le associazioni contribuiscono attivamente alla realizzazione di Orticolario.

 

Orticolario…il giardinaggio evoluto ultima modifica: 2014-12-11T10:59:40+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *