Una nuova tendenza del fitness in acqua

318 visualizzazioni Scrivi un commento

L’Acqua Pole Gym e la Pole Dance sono due attività ginniche molto simili: la differenza sostanziale è che la prima si svolge su terra, la seconda in acqua. L’Acqua Pole Gym rappresenta quindi la naturale evoluzione della Pole Dance in ambiente acquatico.

Questa attività è svolta indistintamente sia dagli uomini che dalle donne: è semplice, versatile ed adatto a tutti. Ha un grande effetto brucia grassi (ad ogni lezione si perdono quasi 500), e realizza un lavoro tonificante molto intenso sui muscoli. Grazie alla varietà degli esercizi, riesce a tonificare in maniera adeguata tutti i gruppi muscolari, contribuisce a scolpire addome, spalle e fianchi ed a migliorare il sistema cardiocircolatorio.

L’Acqua Pole Gym viene svolta in vasca con profondità dell’acqua che variano da 1 a 2 metri. Il palo è in acciaio, resistente alla corrosione, ha un altezza di 2,50 metri e un peso di 20 Kg. E’ dotato di ventose che ne permettono l’ancoraggio su pavimentazioni (una volta installato, risulta ben piantato sul fondo della piscina permettendo quindi evoluzioni e movimenti stabili e sicuri) piastrellate come su teli in pvc; è quindi molto facile e rapido da installare e disinstallare.

Acquapole® è l’innovativo attrezzo acquatico, ideato, brevettato e prodotto in Italia, nel 2010, da Monica Spagnuolo, istruttrice di acquafitness e direttore tecnico sportivo dell’impianto in cui ha messo a punto,  con Stefania Manfredi, questo rivoluzionario strumento e, con esso, una nuova metodologia di allenamento in acqua.

L’Acqua Pole Gym cerca di riprodurre parte degli esercizi svolti sulla terra ferma con la Pole Dance con le dovute varianti e differenze legate al diverso ambiente di lavoro.

Le lezioni vengono svolte in gruppo, sotto la guida di un istruttore e durano, dai 50 ai 60 minuti. E’ sempre presente una base musicale per scandire il ritmo della lezione, e l’atleta si trova a lavorare in un liquido che da un lato smorza i traumi e le tensioni che si verificano su tendini e articolazioni durante il movimento fisico e dall’altro amplifica il lavoro muscolare. In acqua risulta si più difficile raggiungere la posizione dell’esercizio, ma è molto più facile mantenerla poiché si è sostenuti dall’acqua stessa che ha una densità maggiore.

Il lavoro di Acqua PoleGym è indicato sia nel caso in cui si voglia svolgere un allenamento fisico ad alta intensità sia nel caso si renda necessario un esercizio fisico post infortunio o trauma articolare. Questa versatilità di allenamento è legata ai diversi tipi di lezioni programmabili con lo stesso attrezzo. È possibile effettuare lezioni incentrate prevalentemente sulla danza, o su sequenze coreografiche, su allenamenti cardio, su allenamenti di tonificazione muscolare o su allenamenti dolci riabilitativi a seguito di traumi o infortuni. Soprattutto nel caso di protocolli di tonificazione, è possibile abbinare agli esercizi al palo una serie di altri esercizi svolti in acqua anche senza l’ausilio del palo, a corpo libero o con l’utilizzo di piccoli attrezzi come ball, acquatube o bande elastiche.

Le lezioni di Acqua Pole, tra schizzi e musica, sono assolutamente divertenti , coinvolgenti e mai ripetitive; per questo motivo l’Acqua Pole riesce a coinvolgere anche chi solitamente trova noiose le classiche lezioni in piscina.

 

Una nuova tendenza del fitness in acqua ultima modifica: 2018-06-27T14:47:36+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *