Non solo cibo per il corpo nei primi tre anni di vita

715 visualizzazioni Scrivi un commento

E’ nato un nuovo festival dedicato a tutti i neogenitori che hanno voglia di conoscere meglio il magico mondo dell’infanzia. La I edizione del festival nazionale “Fin da Piccoli”, organizzato dal comune di Trieste, Centro per la salute del bambino onlus e Gruppo nazionale naidi d’infanzia, affronta il tema “Nutrire le menti, incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita”
L’iniziativa si articola in incontri con esperti, dialoghi tra protagonisti, laboratori, plenarie e momenti di spettacolo ed è rivolta primariamente a operatori che a vario titolo si occupano di infanzia (ad esempio, agli operatori dei settori socio-educativi, socio-sanitari e culturali), ma anche ad amministratori, genitori e i loro bambini. L’edizione 2015 del festival si svolgerà a Trieste dal 4 al 6 settembre 2015, in spazi messi a disposizione dall’amministrazione comunale e da altri Enti.
Il tema “Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita” è il tema scelto per la prima edizione del festival e vedrà come temi principali quelli dei servizi socio educativi, della genitorialità e delle buone pratiche ( lettura, musica, gioco) che possono, se attuate sin dai primi anni e con continuità, influenzare positivamente lo sviluppo dei bambini e la relazione genitoriale. Sono previsti incontri e laboratori sull’importanza del gioco, della lettura, della musica, sul ruolo dei social network e delle associazioni dei genitori, su innovazione nell’offerta dei servizi per l’infanzia, con partecipazione di ricercatori, esperti ed anche di associazioni
Inoltre, gli organizzatori tengono a sottolineare che, nell’anno dell’Expo che ha come tema quello della nutrizione, è anche bene ricordarsi che anche le menti vanno nutrite.
Numerosi studi hanno dimostrano quanto le esperienze nei tre primi anni di vita siano rilevanti ai fini dello sviluppo del capitale umano, di quello socio-economico e della coesione sociale. I primi anni costituiscono una finestra di opportunità che non avrà eguali, in termini di efficacia e durata dell’effetto nel corso successivo della vita, e che quindi non può andare perduta. L’evidenza scientifica dimostra infatti che gli interventi precoci, ossia quelli attuati a partire dal concepimento e fino ai primi anni di vita, sono fondamentali ai fini della salute e dello sviluppo cognitivo, emotivo e relazionale dei bambini, con effetti che durano per sempre.
Prevenzione prenatale, nutrizione, lettura ed esperienza musicale condivise in famiglia, gioco, uso appropriato delle nuove tecnologie, sono buone pratiche che se attuate “Fin da Piccoli” e con continuità, avranno influenze significative sulla qualità della vita dell’adulto.

Non solo cibo per il corpo nei primi tre anni di vita ultima modifica: 2015-08-31T23:55:58+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *