Lo zoo in sala da pranzo

732 visualizzazioni Scrivi un commento

 

Dentro al “National Zoo and Aquarium”a circa 8 Km da Canberra, capitale dell’Australia, è stato creato un resort davvero particolare, il Jamala Wildlife Lodge, ossia l’hotel dove fare un safari stando sdraiati nella vasca da bagno, a letto oppure in sala da pranzo. Un volta dentro, sembra di essere nella savana africana, l’unica differenza è che non si dorme sotto le stelle, ma in un hotel lussuoso e confortevole con ristorante, bar, salotti relax ed una terrazza all’aperto che si affaccia sulla foresta oltre alla piscina ed alla spa. Le 18 stanze, tra camere e bungalow, dell’hotel sono state costruite intorno allo zoo dove vivono numerosi animali selvaggi, tra cui i leoni, le tigri e gli orsi; pensate per offrire agli ospiti l’emozione di un safari vissuto, però, con tutti i confort. Animali e turisti convivono in cattività  Gli ospiti possono scegliere di alloggiare in diversi tipi di stanze sparse qua e là nello zoo: dalla casa sull’albero insieme alla giraffa ai bungalow immersi nella giungla a contatto con tigri, leoni e orsi. Esiste anche una riserva per le scimmie e nell’acquario si possono ammirare alcuni degli squali più terribili che esistano, per questo tre stanze hanno un pontile privato dove si trovano le vasche degli squali così che gli ospiti possono ammirare le temibili creature stando comodamente sdraiati a letto. L’unica suite dell’albergo è completamente circondata da pareti di vetro che consentono agli ospiti di vivere in mezzo agli animali selvaggi. Il parco del resort termina sulle rive del Lago Burley Griffin con vista sulla Black Mountain.

La tariffa minima a persona per una notte nei lodge è di 400 euro, la massima di 2.000, nella suite.

Sono molte però le polemiche che accompagnano questo resort, una tra tutte è che rappresenta una scelta discutibile per chi ama la natura, che in questo caso è decisamente sacrificata in nome del business.

Lo zoo in sala da pranzo ultima modifica: 2015-01-29T14:32:18+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *