Lo stress fa male al cuore di uomini e donne ma in maniera diversa

1525 visualizzazioni Scrivi un commento

Uno stato improvviso di ansia o paura va ad aumentare l’attività del sistema nervoso autonomo, la pressione sale e la frequenza cardiaca aumenta. Queste sono le normali risposte allo stress da impegno momentaneo, in caso invece di stress ormai cronico si possono verificare una serie di modificazioni a livello del cuore che sono diverse tra uomini e donne.
I ricercatori della Duke University in North Carolina hanno preso in considerazione 56 donne e 254 uomini con disturbi cardiaci e li hanno sottoposti a tre tipi diversi di test, sia fisici che mentali per monitorare lo stato di salute del cuore e le risposte allo stress. I test erano calcoli matematici, valutazione della rabbia ed esercizi sul tapis roulant. Al termine delle prove sono stati effettuati accurati controlli cardiaci che hanno dimostrato che negli uomini si era verificato un aumento della pressione arteriosa, mentre nelle donne un minore afflusso di sangue al cuore.
In un altro studio, sempre americano, svolto dai ricercatori del Penn State Collage, sono stati esaminati gli effetti dello stress mentale sulla circolazione del sangue in 9 uomini e 8 donne. Ai partecipanti sono state misurate a riposo frequenza cardiaca, pressione e la misura del flusso sanguigno. I volontari hanno poi sostenuto un test matematico in condizioni di stress e successivamente sono stati ripetuti gli esami: in entrambi i gruppi il battito cardiaco era accelerato, ma negli uomini c’era un più netto aumento della pressione arteriosa.
L’uomo è più soggetto a problemi di ipertensione arteriosa, per alcune caratteristiche sessuali (la mancanza di estrogeni, protettivi per le arterie) i loro vasi sanguigni tendono ad invecchiare prima e ad irrigidirsi più facilmente determinando un aumento della pressione arteriosa. I tessuti interni delle arterie vengono usurati favorendo il deposito di grassi che vanno a formare le placche aterosclerotiche, impedendo il passaggio del sangue. Durante uno sforzo, viene richiamato al cuore una maggiore quantità di sangue che però le arterie ostruite non riescono a garantire, per questo motivo l’uomo può facilmente andare incontro ad infarto.
Le donne hanno problemi al cuore soprattutto quando si trovano a dover affrontare emozioni negative e stressanti. Queste donne rischiano una riduzione dell’afflusso di sangue al cuore, lieve ma cronico, che porta alla cardiopatia ischemica. Il tessuto del cuore, mancando l’apporto di sangue, va incontro a scarsa funzionalità fino all’infarto. Questo perché le donne hanno un alto livello di marcatori dell’infiammazione, es interleuchina 6, prodotta dal cervello in condizioni di stress cronico e che aumenta l’aterosclerosi favorendo disturbi acuti.

Lo stress fa male al cuore di uomini e donne ma in maniera diversa ultima modifica: 2014-12-30T16:44:14+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *