L’incontinenza maschile non dev’essere un tabù

707 visualizzazioni Scrivi un commento

 

L’incontinenza è uno dei disturbi di cui sia gli uomini che le donne non parlano volentieri, è un problema però che non può essere ignorato. Le donne forse abituate ad occuparsi un po’ di più di sé la affrontano con meno problemi, mentre per gli uomini rappresenta un tabù. Il disagio riguarda circa 1 milione di uomini italiani con un’incidenza tra il 2 e il 10% sopra i quarant’anni.

Per cercare di sensibilizzare gli uomini a questo problema, l’azienda TENA ha lanciato una provocatoria campagna sull’incontinenza urinaria maschile “Solo tu sai che non è più un tabù”, con tanto di flash mob nella Stazione Garibaldi di Milano.

La scena si svolge nel viavai frenetico della stazione ferroviaria: viaggiatori in arrivo e in partenza che consultano il tabellone degli orari; un capotreno che risponde alle richieste dei passanti, l’addetto alle pulizie che abbraccia la scopa sulle scale dell’ingresso e il manager in giacca e cravatta impegnato in una telefonata di lavoro. Una mattina metropolitana apparentemente tranquilla. Improvvisamente le note di Hot Stuff di Donna Summer risuonano in tutta la stazione. Musica, ballerini, e anche un gruppo di dieci uomini pronti a togliersi i vestiti ed esibire con sicurezza e fierezza la loro biancheria intima. Tutto di fronte ad una folla di passanti stupiti e incuriositi.

I creatori della campagna di TENA Men hanno deciso di giocare sull’ironia, senza ridicolizzare un disagio che coinvolge molti uomini sfruttando le caratteristiche principali dei prodotti dell’azienda stessa (assorbenti con tre diversi livelli di assorbenza, intimo assorbente monouso creato appositamente per l’anatomia maschile), discrezione e comodità: infatti nessuno si è accorto che i protagonisti non indossavano il solito intimo.

Da qui la scelta di realizzare un sito (www.solotusaiche.it.) che offre infatti elementi utili e informativi volutamente studiati da uno specialista per aiutare e guidare gli uomini nella gestione quotidiana delle perdite urinarie e sensibilizzarli sull’importanza della prevenzione. Uno strumento di informazione online affidabile, rappresenta un supporto di grande valore, e la scelta di utilizzare un indirizzo web non direttamente riconducibile a questo tipo di disturbo avrà un effetto rassicurante per ridurre quell’imbarazzo e inadeguatezza che accomuna molti.

 

L’incontinenza maschile non dev’essere un tabù ultima modifica: 2014-12-01T14:18:05+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *