Le donne diabetiche hanno più problemi rispetto agli uomini

1540 visualizzazioni Scrivi un commento

Il diabete di tipo 1 insorge quando il pancreas non è in grado di produrre insulina, indispensabile perché il glucosio possa essere assimilato dall’organismo e fornire energia ai tessuti. Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune ed è la malattia cronica più frequente tra i bambini e compare soprattutto in età giovanile. La cura consiste nella somministrazione di insulina prima dei pasti.
Dallo studio “Differenze di genere nel diabete di tipo 1” è emerso che le donne si ammalano si un po’ meno degli uomini, ma hanno maggiori problemi per quanto riguarda la cura. La ragione è che l’organismo femminile risponde in modo differente ai farmaci specifici. O studio ha coinvolto circa 29mila persone assistite in 320 centri di diabetologia italiani. I parametri che sono stati valutati sono l’emoglobina glicata (quella che all’interno dei globuli rossi si è legata al glucosio nel sangue), peso e BMI, profilo lipidico (colesterolo, trigliceridi), pressione arteriosa, microalbuminuria e fondo dell’occhio.
Le donne presentano una maggiore difficoltà nel controllo della glicemia (1 uomo su 4 riesce, mentre 1 donna su 5) a parità di controlli e cure. Anche gli effetti del diabete 1 sui reni sono diversi a seconda che si tratti di uomo o donna. Per valutarne la funzionalità è bene, una volta l’anno, controllare la microalbuminuria nelle urine (presenza di albumina nelle urine perché il rene non è riuscito a riassorbirla). L’uomo ha spesso valori alti, mentre la donna può avere problemi renali anche in assenza di questo segnale nelle urine. E’ quindi importante valutare anche altri due parametri: la creatininemia ed il filtrato glomerulare.
Accanto alla classica dose di insulina che viene iniettata prima dei pasti, la ricerca ha messo in evidenza che il controllo della malattia risulta essere migliore con la microinfusione, grazie ad un piccolo dispositivo sottocute che rilascia in piccole dosi continue l’insulina programmata. E’ il diabetologo che decide quale sarà il metodo di somministrazione più adatto.

 

Le donne diabetiche hanno più problemi rispetto agli uomini ultima modifica: 2015-06-19T00:56:44+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *