Lattuga rossa “elisir” di lunga vita

1485 visualizzazioni Scrivi un commento

Secondo i recenti risultati dello studio (pubblicati sulla rivista “Journal of Agricultural and Food Chemistry”) condotto dai ricercatori del dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali dell’Università di Pisa più la lattuga è rossa e più è veloce il suo effetto antiossidante e di reazione nei confronti dei radicali liberi, responsabili di invecchiamento e danno cellulare che determina l’insorgere di numerose malattie. Si potrebbe quindi dire: una foglia di lattuga, purché sia rossa, come elisir contro l’invecchiamento, in sunto è questo il risultato dello studio.
Secondo la dottoressa Maria Ranieri, coordinatrice della ricerca alla quale hanno collaborato anche il dipartimento di Biologia Vegetale ed Ecologia dell’Università dei Paesi Baschi e il laboratorio di Spettroscopia Epr-Endor-Nmr del CNR pisano, la lattuga è ricca di composti con attività antiradicalica come fenoli (tra i quali le antocianine) e vitamine (come la A e la C). Inoltre, più la sua pigmentazione è rossa e più aumenta la presenza di antiossidanti con un’alta velocità di reazione nei confronti dei radicali liberi.
Nello studio sono state analizzate tre varietà differenti di lattuga (Batavia, verde; Marvel of Four Seasons, verde-rossa; Oak Leaf, rossa) mediante tecniche di Electron Spin Resonance (Epr) e, per la prima volta, è stata dimostrata la relazione fra il comportamento cinetico degli estratti di lattuga differentemente pigmentata e la relativa composizione in metaboliti antiossidanti. Il risultato è stato che l’attività antiossidante totale risulta maggiore nella lattuga a foglia rossa rispetto a quella verde-rossa e verde.
Questo però non vuol dire che la lattuga rossa sia preferibile in assoluto alle altre tipologie, ogni varietà ha infatti una sua funzione specifica. Infatti, secondo la dottoressa Ranieri, i dati ottenuti non suggeriscono che alcuni antiossidanti siano preferibili ad altri. A seconda della loro solubilità nella matrice organica e alla diversa capacità detossificante, gli antiossidanti veloci sono capaci di reagire rapidamente con i radicali proteggendo le cellule dall’ossidazione, mentre quelli ad azione lenta, come i carotenoidi, possono avere un’azione più prolungata nel tempo a livello dell’organismo.

 

Lattuga rossa “elisir” di lunga vita ultima modifica: 2015-05-15T18:59:25+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *