La spiaggia rosa nell’arcipelago delle Bahamas

1239 visualizzazioni Scrivi un commento

 

L’isola di Harbour Island, lunga circa 3.5 miglia e larga 0.5, accessibile solo in barca ed è ecologicamente corretta, gli unici mezzi di trasporto sono car elettrici e bici. si trova a nord della grande isola di Eleuthera situata ad 80 Chilometri ad est da Nassau, sempre nell’arcipelago delle Bahamas.

Qui si trova una delle spiagge più belle e famose del mondo: la Pink Sand Beach, caratterizzata da più di 3 miglia di sabbia finissima color rosa; incantevole ma incredibilmente vuota in qualsiasi stagione. L’isoletta presenta piccoli paesini in cui la vita scorre lenta: come Dunmore Town, la capitale del paese, che ricorda un villaggio inglese del Settecento, con antiche case circondate da giardini e ombreggiate da piante centenarie, molte delle quali riconvertite in piccoli hotel, poche viuzze assolate, qualche negozietto qua e là, una chiesa. Infatti Donmore Town è la località giusta per rilassarsi in spiaggia per tutto il giorno, in tipico stile vacanze alle Bahamas.

Nonostante ciò, la vera attrazione di Harbour Island è proprio l’incantevole spiaggia dal colore rosa pastello, un posto da sogno in cui si è immersi nella natura incontaminata. La sabbia, composta da frammenti di corallo, conchiglie, rocce, carbonato di calcio, ha un caratteristico colore rosa, dovuto sia alla presenza di coralli che a quella di esseri microscopici, i foraminiferi, che presentano un guscio rosato o rosa acceso, pieno di fori attraverso i quali fuoriescono gli pseudopodi, utilizzati per attaccarsi e alimentarsi. Questi esseri vivono al di sotto delle barriere coralline, dopo la loro morte, le onde rompono il guscio e spargono i resti a riva mischiandoli con la sabbia e pezzi di corallo, donando alla spiaggia questa tinta unica al mondo. In questa zona l’oceano sembra una tavola da surf, e sembra racchiudere tutte le tonalità esistenti di azzurro. Il rosa dei suoi minuscoli granelli risplende al sole e contrasta con i colori del mare. L’effetto del colore rosato mischiato all’azzurro dell’acqua e del cielo lascia molti a bocca aperta. La magia del posto è aumentata dal fatto che non si troverà mai troppa gente, gli ombrelloni sono pochissimi ed appartengono ai lussuosi resorts che si affacciano sul questo lato dell’isola. Sull’isola i resort sono pochi, e tutti molto costosi. Ma alloggiando nel paesino di Dunmore Town ci sono alcune possibilità per trovare una buona sistemazione ad un prezzo non esorbitante. Infatti, accanto ai resort di lusso che offrono ogni tipo di comfort, c’è anche qualche bed & breakfast. L’unico inconveniente è che da questo lato dell’isola non c’è la spiaggia. Ma raggiungere la Pink Sand Beach non è un grosso problema, infatti a piedi si raggiunge in una ventina di minuti a piedi oppure noleggiando una bicicletta o una golf cart.

Per arrivare ad Harbour Island si parte da Miami con un volo low cost con destinazione Nassau. Da Nassau, l’aeroporto che vi permette di arrivare all’isola di Harbour è il North Eleuthera Airport, con soli 25 minuti di volo. Una volta arrivati ad Eleuthera ci saranno dei traghetti per Harbour Island.

Il periodo migliore per organizzare le vacanze ad Harbour Island va da marzo a maggio, in questi mesi infatti il clima è perfetto e non si corre il rischio di trovare giornate piovose o ventose, il mare è calmo e c’è tanto sole. Nelle Bahamas la stagione secca corrisponde a quella invernale (da novembre a marzo), in questo periodo il cielo è quasi sempre azzurro e la pioggia davvero molto rara. Da evitare è invece la nostra estate, poichè è periodo di uragani, soprattutto tra settembre ed ottobre.

 

La spiaggia rosa nell’arcipelago delle Bahamas ultima modifica: 2015-02-11T09:33:17+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *