La sindrome metabolica curata a tavola

888 visualizzazioni Scrivi un commento

Il cibo può costituire un’arma di prevenzione e trattamento per vari disturbi, al posto dei farmaci.
Le malattie correlate al cibo si possono suddividere in due categorie, quelle dovute alla carenza o all’eccesso di cibo e quelle in cui, una specifica sostanza contenuta in un determinato alimento risulta nociva all’organismo.
Le cattive abitudini alimentari ed il cibo spazzatura possono far scarseggiare elementi importanti. Il ferro ad esempio è importante per la produzione di globuli rossi. Lo si può trovare nella carne rossa, nei legumi, nella frutta secca, nelle verdure a foglia verde. Per meglio assorbirlo è utile associarlo alla vitamina C, un esempio potrebbe essere condire l’insalata col limone. La vitamina B12 è necessaria per il corretto funzionamento del midollo osseo e del SN; si trova solo negli alimenti di origine animale, è importante però scegliere gli alimenti meno grassi. In ultimo, l’acido folico è prezioso per la crescita delle cellule e per la produzione dei globuli rossi, si trova nelle verdure a foglia e nei cereali.
Il grande problema dei Paesi industrializzati, Italia compresa, è l’eccesso di cibo. L’eccesso alimentare prolungato nel tempo porta alla sindrome metabolica, una condizione in continuo aumento ad ogni età caratterizzata dall’eccesso di colesterolo e trigliceridi, pressione alta, diabete, obesità viscerale, iperuricemia e fegato grosso. La presenza di tre o più di questi disturbi è indice di sindrome metabolica, la diagnosi può essere fatta sia dal medico di base che tramite analisi del sangue che ecografia del fegato.
Chi soffre di questa malattia dovrebbe ridurre l’apporto di quei cibi ricchi di grassi saturi, colesterolo e zuccheri semplici, ma anche quello di sale che favorisce l’ipertensione. Sono da preferire cibi semplici e poco elaborati, ricchi di fibre, con grassi insaturi e polinsaturi che proteggono il cuore, come pesce, legumi, frutta secca, olio EVO, carni bianche, verdura e frutta fresche.
Se vita sana e dieta altrettanto sana non bastano, sono in commercio dei farmaci specifici che devono essere però prescritti dal medico. Per l’ipertensione sono utilizzati i βbloccanti, i diuretici, gli ACE inibitori; per il colesterolo le statine sono le più utilizzate, seguite da acidi grassi polinsaturi e da inibitori selettivi dell’assorbimento del colesterolo. Per il trattamento del diabete, accanto all’insulina, esistono anche ipoglicemizzanti orali.

La sindrome metabolica curata a tavola ultima modifica: 2015-06-15T16:37:21+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *