La Scala dei Turchi un patrimonio che non possiamo permetterci di perdere

1328 visualizzazioni Scrivi un commento

La Scala dei Turchi è uno degli elementi di maggiore interesse paesaggistico che si trovano nella provincia di Agrigento. La Scala è costituita di marna, una roccia sedimentaria di natura calcarea e argillosa, avente un caratteristico colore bianco puro. Tale scogliera dal singolare aspetto si erge in mezzo tra due spiagge di sabbia fine, e per accedervi bisogna procedere lungo il litorale e inerpicarsi in una salita somigliante a una grande scalinata naturale di pietra calcarea “disegnata” nel corso di millenni da vento, onde e pioggia. Si trova a picco sul mare lungo la costa di Realmonte, vicino a Porto Empedocle. È diventata nel tempo un’attrazione turistica per la singolarità della scogliera, di colore bianco e dalle peculiari forme ondulate e irregolari, con linee dolci e rotondeggianti. L’aspetto molto suggestivo di questa meraviglia è accentuato dai forti contrasti cromatici se si pensa all’azzurro del mare e del cielo contrapposto al bianco accecante della roccia.
La forma che questo monumento della natura assume è quella per l’appunto di una scalinata, dove secondo la leggenda, nelle calette adiacenti la scogliera trovavano comodo approdo e nascondiglio le imbarcazioni dei pirati musulmani: da qui potevano facilmente arrampicarsi sulla gradinata naturale e compire razzie nelle campagne circostanti.
Negli anni la bellissima falesia è finita nell’occhio del ciclone per una serie di svariati episodi: l’abusivismo senza freni; l’assalto scellerato dei bagnanti che distruggono la marna bianca per frantumarla e ridurla in poltiglia come fango di bellezza e, proprio lì vicino, il parcheggio selvaggio dei turisti.
Per questi motivi Legambiente e Realmonte vorrebbero trasformare la Scala dei Turchi in una zona protetta ma fruibile. Ma una scoperta ha cambiato le carte in tavola: si è scoperto che la Scala dei Turchi non è proprietà dello stato, ma di un pensionato 67 enne, ex dirigente della camera di commercio. Al momento è in corso una trattativa tra il Comune e il pensionato per trovare un accordo sulla gestione del sito; il sindaco è fiducioso…la scogliera è davvero sentita come patrimonio di tutto il Paese.

 

La Scala dei Turchi un patrimonio che non possiamo permetterci di perdere ultima modifica: 2014-11-27T14:09:28+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *