La notte dei falò

1043 visualizzazioni Scrivi un commento

 

Nel cuore della Murgia carsica la caratteristica città di Castellana Grotte nota in tutto il mondo per le sue splendide cavità turistiche sotterranee, celebra domenica 11 gennaio, una delle feste popolari più antiche pugliesi: la Notte dei Falò. È una festa magica, un’antica tradizione popolare, una delle più importanti di tutta la Puglia. Decine di falò di tutte le dimensioni divamperanno in ogni angolo, se ne contano più di cento in tutta la città, nei quartieri di periferia e nelle contrade di campagna.

I falò, detti anche fanove, rappresentano segni di riconoscenza, di festa e di esultanza popolare; vengono a ricordare ogni anno l’intercessione miracolosa della Madonna della Vetrana nella città di Castellana Grotte.

Alcuni, davvero giganti, come quello della piazzetta della Matrice San Leone Magno, bruciano molte tonnellate di legna, sprigionando e lanciando in alto, nella notte scura, luminose faville che simboleggiano la gratitudine popolare verso il cielo. La gente affolla le strade, rimanendo estasiata davanti alle altissime fiamme.

Come in ogni festa popolare che si rispetti, non può mancare la parte gastronomica: tutti potranno assaporare vini, cereali abbrustoliti, taralli e dolci tipici, nocciole; il tutto offerto con generosità da chi ha allestito la “fanova”. All’interno dei frantoi castellanesi, si possono degustare olio nuovo e genuino con il quale vengono condite le bruschette con i tipici pomodori appesi, conservati sin dall’estate.

Il giorno dopo, il 12 gennaio, il simulacro della Madonna della Vetrana viene portato con solenne processione in città e rimane alcuni giorni nella Chiesa Madre alla venerazione dei fedeli. La chiesa della Madonna della Vetrana è uno dei preziosi gioielli di Castellana.

Ma Castellana è nota in tutto il mondo per le sue grotte la cui bellezza incanta milioni di visitatori ogni anno: la visita guidata si snoda lungo un percorso di tre chilometri a più di sessanta metri di profondità con uno scenario incredibile. Spesso e volentieri, si organizzano visite particolari, come la Speleo Night, un’escursione al buio, per piccoli gruppi o altri eventi, tra spettacolo e natura. Nel periodo natalizio, nel cuore delle Grotte di Castellana sono stati allestiti alcuni presepi e rimarranno fino al 12 gennaio, in concomitanza con la festa dei Falò.

 

 

 

 

La notte dei falò ultima modifica: 2015-01-07T16:00:46+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *