La grande farfalla sul mare

846 visualizzazioni Scrivi un commento

Favignana, fa parte della riserva naturale dell’arcipelago delle isole Egadi, rappresenta un paradiso nel Mediterraneo, molto frequentata per chi ama le mete balneari ma anche da sub ed appassionati di snorkeling per le sue limpide acque turchesi. La sua peculiare forma la fa sembrare una farfalla con le ali spiegate, per questo motivo negli anni ’70 il pittore Salvatore Fiume la definì “la grande farfalla sul mare”.
E’ la principale isola delle Egadi, ha una superficie di 19 km² circa e la sua costa è ricca di cavità e grotte. Si trova a circa 7 km dalla costa occidentale della Sicilia, tra Trapani e Marsala. Il nome di Favignana deriva dal latino favonius (favonio), termine con il quale i romani indicavano il vento caldo proveniente da ovest. Il villaggio sorge intorno a un’insenatura naturale dove è strutturato il porto sulle cui sponde sono presenti gli edifici delle antiche tonnare Florio (non più in attività a causa del ridotto numero dei tonni pescati, restaurato tra il 2003 e il 2009. Attualmente il luogo è aperto al pubblico a pagamento e sono offerte visite guidate da ex operai dello stabilimento).
L’isola è ricca di tradizionali architetture mediterranee, caratterizzate da intonaci bianchi e finestre azzurre o verdi. Favignana è ricoperta prevalentemente dalla macchia mediterranea costituita da arbusti cespugliosi e da boschi di pini mediterranei. Rispetto al passato però oggi l’isola è abbastanza brulla è più povera di vegetazione a causa del disboscamento. Nell’area est dell’isola vi sono molti giardini detti ipogei, curati e coltivati all’interno delle cave di tufo ormai dismesse.
Favignana, sin dai tempi della dominazione romana, è stata sede estrattiva del tufo bianco conchigliare (in realtà è impropriamente detto tufo perché è una calcarenite e non una roccia di origine) utilizzato nell’edilizia e che ha rappresentato una fonte economica importante per gli abitanti dell’isola. La lunga attività estrattiva, presente particolarmente nella parte orientale dell’isola, ha dato origine a particolari fossati, forre e caverne oggi trasformate, specialmente dai privati cittadini, in particolari e suggestivi orti, giardini e abitazioni.

 

La grande farfalla sul mare ultima modifica: 2015-06-13T16:40:24+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *