La festa dei sensi

75 visualizzazioni Scrivi un commento

Si conclude oggi la due giorni del Farm Festival, festival della Nuova Musica e delle Arti Visive. Una festa che si svolge tra i trulli incantati della splendida Masseria Papaperta, la bellissima tenuta del ‘700 immersa nella macchia mediterranea. Due giorni di condivisione, un piccolo percorso che aggrega e unisce tra loro Associazioni, Collettivi, Compagnie, Volontari: idee ed energie diverse che danno forma ad uno spettacolo unico ed emozionante.

Il festival è giunto alla sua 6° edizione e, come negli anni precedenti, torna a raccontare dell’incontro sorprendente tra le diverse forme d’arte, quali musica, danza, pittura, cinema, fotografia, natura. Diviene punto di contatto tra artisti, generi e storie differenti.

Il Farm Festival, da un progetto della Piccola Bottega Popolare di Alberobello e del Consorzio I MAKE, si propone come un festival attento all’eco-sostenibilità, alla promozione dei talenti, alla libera espressione e all’aggregazione giovanile.

Lo chiamano “la festa dei sensi” perché li soddisfa quasi tutti! La vista viene rapita dalle evoluzioni dei ballerini di danza aerea e contemporanea con le loro spettacolari evoluzioni sospese nel cielo e stupefacenti incursioni artistiche. L’udito viene soddisfatto con la miglior musica indipendente, partendo dalla Puglia, passando dalla scena nazionale, per arrivare alle nuove realtà europee ed internazionali; c’è un vasto programma di concerti che rappresenta una sorta di viaggio attraverso sfumature e sperimentazioni rock, indie, pop ed elettroniche. L’olfatto viene appagato dai profumi freschissimi della natura incontaminata che circonda la masseria ed infine il gusto, con i sapori unici dei cibi tipici della Puglia.

Fino a questa sera sarà possibile inoltre ammirare un’opera formidabile: un gigantesco cubo installato nel prato della Masseria Papaperta creato dalle illustratrici Paola Rollo, Valentina Lorizzo e Carla Indipendente che hanno fuso la loro arte sulle facce di questo cubo.

Accanto a quest’opera si potrà  ammirare una mostra unica e straordinaria proposta dal collettivo Massoneria Creativa: le 40 carte da gioco regionali reinventate da 40 geniali “teste pensanti”, tra grafici, illustratori, designer e calligrafi.

Ci sarà inoltre Lumen, una serie di installazioni luminose, una ricerca artistica che esplora la capacità che ha la luce di creare uno spazio architettonico: lo spazio svelato dalla luce.

Grazie all’associazione CinEthic Bari uno dei trulli è stato trasformato in una piccola sala cinematografica, dove viene presentata la rassegna “Incluso nel Trullo” costituita da 15 cortometraggi italiani e stranieri che vogliono sensibilizzare ai diritti delle persone con disabilità, attraverso percorsi di conoscenza ed elaborazione emotiva e concettuale.

Accanto a tutte queste manifestazioni di arte, “lontano” da luci e musica, in un’area più defilata della Masseria, il Professor Rizzi, dell’Osservatorio Astronomico Sirio, guiderà le persone nell’osservazione del cielo, condotta sia ad occhio nudo che con i telescopi, e approfondita dalla proiezione di immagini e filmati originali.

Durante tutta la durata del farm Festival sarà possibile fare anche dei piccoli acquisti per portare a casa un po’ di Puglia, c’è infatti un’intera area dedicata all’artigianato e, in giro per la Masseria, saranno presenti artigiani, maker e nuovi creativi pugliesi.

 

Questa esperienza festivaliera multiforme non può che essere arricchita da una proposta enogastronomica di qualità per deliziare i palati più esigenti: piatti tipici, nuove ricette, assaggi gourmet, prodotti locali, piatti per vegetariani e vegani, birra artigianale e vino pugliese.

La festa dei sensi ultima modifica: 2017-08-29T15:00:04+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *