Kerala, un’incantevole sorpresa del sud dell’India

631 visualizzazioni Scrivi un commento

Kerala è uno stato dell’India sud-occidentale e, anche se l’esatta origine del suo nome è sconosciuta, sembra derivi da “Kera”, la palma da cocco che in questo luogo cresce ovunque e da “Alam” che significa luogo o terra. Rappresenta lo stato indiano con il tasso di alfabetizzazione più elevato, oltre il 90% della popolazione; le lingue ufficiali sono l’inglese e il malayalam. La religione più praticata è l’induismo, seguono islam e cristianesimo.
Kerala è un paradiso tropicale, con i suoi 575 chilometri di costa bagnata dal mare Arabico. Trovandosi sul mare, si possono ancora trovare resti di diverse influenze straniere, dai Fenici ed Egizi agli Arabi e ai Cinesi, fino ai più recenti Olandesi, Portoghesi e Inglesi. Qui arrivarono commercianti di tutto il mondo attratti dalla sua ricchezza di legno di sandalo, avorio, tek, legname e, naturalmente, spezie orientali come zenzero, cannella, cardamomo e pepe.
Oggi, migliaia di turisti vengono a godersi una vacanza indimenticabile, attratti dal caldo mare blu, dalle spiagge dorate incorniciate dalle palme, dalle verdi risaie, dai tipici villaggi di case con i tetti di paglia, dalle fresche lagune costiere, dalle forme di arte e di danza proprie del Kerala. Le coste sono pianeggianti e, nei pressi di Kochi, si trova una delle principali attrazioni turistiche, le backwaters, un vastissimo sistema di lagune della lunghezza di 60 km, regno di mangrovie e foreste pluviali d’acqua, in cui è bello lasciarsi scivolare, a bordo delle tradizionali e tipiche houseboat fatte con assi di legno legate da fili di cocco. La vegetazione ricopre sia la pianura, dove abbondano le palme da cocco, sia i tratti montuosi, dove vaste foreste si alternano a piantagioni di tè. Il clima è tropicale monsonico, con secco e caldo, specialmente nei mesi di aprile e maggio.
Kerala è anche la patria dell’ayurveda, l’antica medicina tradizionale indiana (ayu, vita e veda, conoscenza) che si occupa del benessere dell’uomo, nel suo aspetto fisico, psichico e spirituale. Qui i turisti possono ricevere massaggi a base di oli ottenuti da erbe officinali, presso strutture per lo più immerse nella vegetazione rigogliosa e spesso a due passi dall’oceano, che da anni spalancano le loro porte agli occidentali malati di stress da vita moderna.
Non sono, quindi, soltanto le bellezze naturali a calamitare fino a qui sempre più turisti.

Kerala, un’incantevole sorpresa del sud dell’India ultima modifica: 2015-12-29T15:00:01+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *