E’ iniziata la stagione del deer watching

849 visualizzazioni Scrivi un commento

Per i cervi la stagione dell’amore è l’autunno. E’ proprio adesso infatti, che i maschi si esibiscono in parate, lotte e possenti bramiti per conquistare le femmine. Un vero spettacolo naturale a cui si può assistere facilmente nel Parco Nazionale dello Stelvio, dove il “signore delle montagne” è rappresentato da una consistente popolazione. Spesso basta spingersi all’inizio dei sentieri che si inoltrano nei boschi per incontrare questi maestosi animali, stando però attenti a non disturbarli. Per muoversi con più tranquillità ci si può rivolgere agli esperti del Parco o alle guide alpine locali, che organizzano escursioni per vivere l’emozionante esperienza dell’incontro ravvicinato con i cervi.
Ed è proprio in questi giorni che, nella cornice di natura alpina del Parco Nazionale dello Stelvio, è possibile partecipare all’attività di “deer watching”, ossia l’osservazione a distanza del suggestivo rituale di corteggiamento dei cervi, i maestosi ungulati che dall’alto dominano impervie vallate alpine. Durante la stagione degli amori la Val Grande, una delle valli bresciane del Parco Nazionale dello Stelvio, offre uno spettacolo emozionante. Chi vi ha assistito racconta la spettacolarità del rituale di corteggiamento: con suggestioni di suoni, colori e profumi che si sovrappongono ai duelli vocali (sembrano muggiti, ma più cupi e profondi, intermittenti, con qualcosa di stentato e doloroso) ingaggiati al fine di conquistare la supremazia sull’harem femminile. In autunno i maschi, che di solito vivono in piccoli branchi, seguono le tracce olfattive lasciate dalle femmine e si avvicinano alle aree storicamente dedicate alla riproduzione chiamate “quartieri degli amori”, con l’intenzione di mantenere il controllo su un gruppo di femmine con le quali riprodursi, difendendole da eventuali contendenti. Un maschio può possedere al massimo otto femmine, e l’accoppiamento con tutte loro si avrà nel corso di due giorni. Se tutto andrà bene, il mese di giugno vedrà la nascita di numerosi cerbiatti., in genere un piccolo per ogni femmina.
Si potranno passare fine settimana immersi nella natura lontano dai ritmi frenetici per conoscere da vicino alcuni aspetti del territorio montano in uno dei santuari della fauna selvatica del più grande parco nazionale italiano.

E’ iniziata la stagione del deer watching ultima modifica: 2015-10-16T04:39:24+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *