Il piccante che fa bene al fegato

542 visualizzazioni Scrivi un commento

A dare il tipico sapore piccante al peperoncino è la capsaicina, una sostanza naturale che sembra essere un’alleata del fegato.
Lo ha dimostrato uno studio presentato a Vienna all’International Liver Congress 2015. La ricerca ha verificato che l’assunzione giornaliera di capsaicina permette di ridurre l’attivazione di cellule stellate (quiescenti in condizioni normali) del fegato, responsabili di alcune malattie, come la fibrosi epatica, un disturbo che provoca la formazione di “cicatrici” nel tessuto epatico in risposta a un danno dell’organo.
A dirlo è uno studio del Liver Cell Biology Laboratory della Vrije Universiteit di Bruxelles, che ha rilevato come le cavie che assumono il peperoncino sono più protetti dai danni al fegato. Gli animali sono stati divisi in due gruppi e hanno ricevuto la sostanza nel cibo, dopo aver subito due trattamenti che mimano un danno al fegato: nel primo gruppo, il principio attivo del peperoncino è stato dato dopo aver provocato un accumulo abnorme di bile nel fegato, mentre nel secondo gruppo la capsaicina è stata data prima e durante la somministrazione di una sostanza tossica per il fegato contenuta negli estintori.
La ricerca ha verificato l’effetto del peperoncino sui topi: la spezia è stata in grado di prevenire i danni della fibrosi epatica e, in alcuni casi, di bloccare l’evolversi della malattia stessa.
Secondo gli studiosi si tratta di risultati promettenti, anche se preliminari, che mostrano l’importanza di ulteriori studi sulla capsaicina per il trattamento e la prevenzione di lesioni al fegato. Questi risultati positivi sono lo spunto per approfondire il ruolo del peperoncino nei confronti della salute del fegato, in modo da capire se poterlo usare come “farmaco”.

 

Il piccante che fa bene al fegato ultima modifica: 2015-06-14T21:01:38+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *