Il giardino dell’Eden

377 visualizzazioni Scrivi un commento

Ebbene si: il giardino dell’Eden esiste davvero e si trova in una ex cava della Cornovaglia. Per la sua realizzazione sono stati necessari  270 milioni di euro. Il progetto è stato ideato dall’imprenditore anglo-olandese Tim Smit ed è stato progettato dall’architetto Nicholas Grimshaw: la sua progettazione è iniziata nel 1995, la prima inaugurazione è stata nel marzo del 2001, anche se tutt’oggi è un continuo “work in progress”.

Questo giardino è l’Eden Project, situato nel sud-ovest del Regno Unito, a circa 2 km dalla cittadina di St Blazey e dalla città di St Austell, un’incredibile complesso di serre a semisfera di acciaio e plastica costruito nello spazio interno di una cava dismessa di kaolinite (profonda 60 metri e grande come 35 campi da calcio) all’interno delle quali è stata ricreata tutta la complessità del mondo vegetale. Un’opera colossale, che oggi ospita due delle più grandi biosfere al mondo: all’interno di questo giardino hanno trovato posto 135 mila piante di 4.500 specie diverse. Grazie ad un ingegneristico sistema di condizionamento e controllo termico, all’interno delle due serre sono stati riprodotti un bioma mediterraneo e uno tropicale.

Attorno alle semisfere c’è anche un giardino di 13 ettari (occupa i 3/4 dell’intera superficie del complesso), che a sua volta ospita 1.890 tipi di piante e diversi percorsi itineranti. Nel giardino inoltre sono posizionate numerose installazioni artistiche e didattiche che permettono al visitatore di scoprire le caratteristiche e le proprietà di molte piante, spesso poco utilizzate dall’industria moderna, come la canapa, la lavanda..). Inoltre a seconda delle stagioni, proprio nel giardino si possono osservare le diverse fioriture delle numerose e diverse specie di fiori che si trovano nel giardino, assieme anche a diverse coltivazioni, i cui prodotti possono essere acquistati.

All’interno del complesso si trovano anche The Core, il centro educativo del complesso stesso, all’interno del quale si trovano spazi didattici per l’educazione ambientale (comprendenti aule e spazi espositivi progettati per comunicare ai visitatori il rapporto che c’è e ci dovrebbe essere tra l’uomo e la natura); e il teatro, uno spazio coperto adibito per ospitare concerti, esibizioni ed attività.

Il bioma tropicale copre 1,56 ettari e si sviluppa in altezza per 50 metri, per 110 metri in larghezza e per 240 metri in lunghezza; in questa serra ci sono 1.129 tipi di piante provenienti dai luoghi tropicali di tutto il pianeta. La temperatura interna, a seconda della zona, è mantenuta tra i 18 e i 35 °C con una umidità superiore al 90%. Questo bioma è situato nella semisfera più grande a nord del complesso. Il bioma mediterraneo è più piccolo (copre circa 0,654 ettari all’interno della sfera più piccola alta 30 metri). Qui vivono 1.015 specie di piante provenienti dai climi più temperati di tutto il mondo (oltre che dal Mediterraneo, anche dal Giappone e dalla California). La temperatura in questa biosfera varia dai 9 °C minimo in inverno ai 25 °C massimo in estate, che consente la sopravvivenza di piante più comuni, rispetto alle enormi e tropicali piante della biosfera precedente.

Tra gli esemplari più rari e particolari che si possono trovare qui c’è la Titan arum, uno dei fiori più grandi e puzzolenti al mondo. Questa pianta impiega più di cinque anni per fiorire per poi vivere appena 48 ore.

L’Eden Project cerca di guidare il visitatore in un percorso didattico itinerante verso la comprensione e l’educazione ambientale, incentrando la questione della interdipendenza tra l’ambiente e tutto ciò che ne compete, con le persone, spiegando i diversi e giusti comportamenti che l’uomo deve avere nei confronti delle piante e la natura.

Inoltre, le stesse risorse che il complesso utilizza, sono tutte ricavate cercando di non gravare sulle risorse esauribili, ma cercando di ottimizzare le risorse naturali come acqua piovana (opportunamente sterilizzata) e sole. L’elettricità che il complesso non può generare, proviene da un impianto eolico in Cornovaglia.

Il biglietto d’ingresso costa circa 30 euro.

Il giardino dell’Eden ultima modifica: 2018-01-01T12:00:38+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *