Il fumo fa male a tutto l’organismo

845 visualizzazioni Scrivi un commento

 

Si è tenuti a pensare che il fumo determini problemi esclusivamente a livello dell’apparato respiratorio. Secondo numerosi studi, invece, si è visto che il fumo provoca danni all’intero organismo, “grazie” agli effetti tossici delle sostanze che si sprigionano dalla combustione del tabacco e della nicotina. Secondo un recente studio è stato stimato che le malattie legate al tabacco sono circa una quarantina.

L’artrite reumatoide è una malattia autoimmune che colpisce anche persone abbastanza giovani. E’ concentrata soprattutto a livello delle articolazione di mani e ginocchia e si può aggravare fino a determinare disabilità. Da una ricerca effettuata su pazienti che soffrono di artrite reumatoide, si è visto che il fumo è un importante fattore di rischio per questa malattia e sarebbe legato almeno ad un terzo di questi casi.

Come noto l’osteoporosi è una malattia causata dalla perdita di calcio dalle ossa rendendole più fragili e a rischio frattura. E’ una malattia generalmente legata al passare degli anni e colpisce soprattutto le donne in menopausa. Il fumo anticipa questa situazione in quanto determina un invecchiamento precoce delle ovaie con conseguente menopausa anticipata di almeno un anno. Inoltre il fumo inibisce l’attività degli osteoblasti che hanno la funzione di ricostruire l’osso danneggiato.

Si è visto che nei fumatori le arterie sono a rischio. Secondo uno studio condotto in Svizzera, il fumo è responsabile del 15% dei decessi per ictus e in generale a malattie cardiovascolari. Le sostanze tossiche introdotte con il fumo vanno in circolo e determinano la formazione di placche aterosclerotiche che tendono ad occludere il lume dei vasi sanguigni, impedendo il flusso di sangue ed ossigeno al cervello. E’ un processo lento e senza sintomi che però avanza inesorabilmente.

L’Università di Boston ha condotto uno studio, iniziato negli anni 80, su 21mila persone ed ha dimostrato che chi fuma almeno 20 sigarette al giorno ha il doppio delle probabilità di ammalarsi di diabete. Il fumo, infatti, fa aumentare i livelli di glicemia e rende le cellule dell’organismo meno sensibili all’azione dell’insulina, l’ormone che controlla i livelli di zuccheri.

Il fumo mette a rischio anche la fertilità. Le sostanze tossiche che entrano nel sangue raggiungono anche i tessuti dell’apparato riproduttivo, causando processi infiammatori responsabili di un danno diretto alle cellule dei follicoli ovarici. Le donne fumatrici sono soggette ad un più rapido esaurimento della riserva ovarica, in media è stato stimato che le donne fumatrici impiegano un anno di più per rimanere incinte e vanno incontro a menopausa precoce proprio perché le riserve ovariche si esauriscono prima.

Il fumo fa male a tutto l’organismo ultima modifica: 2015-02-05T17:43:51+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *