Il Blue Hole nel Mare dei Caraibi

1422 visualizzazioni Scrivi un commento

Il Great Blue Hole (Grande Voragine Blu) è una grande dolina carsica subacquea che si trova ad Est delle coste del Belize, nel Mar dei Caraibi. Jacques Cousteau lo elesse come uno dei dieci siti di immersione più interessanti al mondo ed inoltre, facendo parte della Belieze Barrier Reef, è riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. La cavità, la più grande della Terra, è quasi perfettamente circolare, è larga oltre 300 metri e profonda 123 metri, la colorazione dell’acqua cambia per via della profondità del fondale. Si trova vicino al centro dell’atollo di Lighthouse Reef, a circa 60 km di distanza da Belize City.
Il Great Blue Hole si è formato in diversi episodi di una glaciazione quaternaria, quando il livello del mare era molto più basso. Analizzando le stalattiti ritrovate in questa immensa voragine si è stabilito che la sua formazione ha avuto origine 100mila anni fa. Le grotte formate, vennero poi inondate una volta che l’oceano ricominciò a salire e il tetto collassò verso il basso, dando forma ad una valle di crollo sommersa. Le pareti conservano un fascino unico: a partire dai 30 metri di profondità si scoprono stalattiti lunghe fino a 12 metri. Per questo motivo, il Great Blue Hole è di grande interesse per i subacquei, anche se per via delle pareti quasi verticali (a volte anche a strapiombo) e della grande profondità la parte più bassa della cavità è poco visitata anche per il pericolo di perdita dell’orientamento.
Il Great Blue Hole è frequentato da diverse specie marine soprattutto squali.

Il Blue Hole nel Mare dei Caraibi ultima modifica: 2015-03-16T17:53:41+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *