I dinosauri invadono Roma

1198 visualizzazioni Scrivi un commento

 

C’è ancora tempo per visitare la mostra “Dinosauri in carne e ossa: scienza e arte riportano alla vita i dominatori di un mondo perduto”, inaugurata lo scorso dicembre e che si protrarrà fino alla fine del mese di maggio. La mostra esporrà oltre quaranta riproduzioni iperrealistiche a grandezza naturale di dinosauri e altri animali estinti, collocate presso gli ambienti del museo di Paleontologia e dell’Orto botanico presso i dipartimenti di Scienze della terra e Biologia ambientale dell’Università la Sapienza di Roma.

Passeggiando nel campus,  appassionati e curiosi vedranno apparire tra i palazzi le teste affusolate e le enormi zampe di questi giganti del passato, e tra la vegetazione si potranno imbattere nel feroce Tirannosauro o nel temibile Spinosauro.

La mostra nasce dal lavoro di uno staff interamente made in Italy, per un allestimento che vede i sorprendenti modelli preistorici contestualizzati in Era e ambiente di riferimento attraverso postazioni multimediali, pannellistica introduttiva, fondali dipinti da paleoartisti e a un’accurata disposizione in rapporto alla collezione permanente, che annovera numerosi reperti fossili di grandi mammiferi locali.

Nella stazione “Making of: come si costruisce un dinosauro” i visitatori potranno addentrarsi nel processo creativo che conduce a ricostruire fin nei minimi particolari animali enormi (Allosauro, Spinosauro, Tirannosauro..), tanto quanto minuscoli esemplari (Scipionyx samniticus..); negli ambienti dedicati all’Era Glaciale si potranno trovare esemplari dalla storia più recente quali ad esempio i Mammut, per poi scoprire dinosauri poco conosciuti (es, Dracorex) e alcuni animali estinti in epoca storica (es, Raphus cucullatus).

Per la prima volta viene esposta la riproduzione dello Styracosaurus albertensis, un dinosauro erbivoro del Cretacico caratterizzato da un’appariscente corazza ad aculei, i cui resti vennero rinvenuti nel 1913 in Canada. Questo rappresenta una novità dell’allestimento romano, ed è stato “battezzato” per l’occasione “Romeo” dagli organizzatori.

La collezione itinerante ha affascinato centinaia di migliaia di visitatori nelle passate esposizioni tenute in diverse sedi sul territorio nazionale. Ciò che la rende interessante è un approccio innovativo al modo di vivere la mostra, attraverso visite guidate curate da paleontologi, giornate-evento, laboratori creativi e conferenze a tema: un mix di attività che si susseguiranno per tutta la durata dell’evento, volte a introdurre alla conoscenza dei temi trattati un pubblico diversificato e trasversale alle varie fasce d’età.

Questa mostra costituisce un evento che vuole contribuire a far avvicinare i cittadini di Roma e del Lazio alla Sapienza e a diffondere la cultura scientifica, soprattutto tra i più giovani, in un settore fondamentale quale l’evoluzione della vita e delle specie animali sul nostro pianeta.

 

I dinosauri invadono Roma ultima modifica: 2015-02-12T12:48:43+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *