I 12 Sali della vita

781 visualizzazioni Scrivi un commento

I Sali di Schussler, sono nati nella seconda metà dell’ottocento grazie al medico tedesco Wilhelm Schüssler, Sono dodici preparati a base di sali minerali diluiti, somministrati in diluizione omeopatica, utilizzati a scopo terapeutico in medicina naturale e complementare. In commercio sono disponibili sotto forma di compresse, polvere o pomata e sono vendibili senza ricetta medica, in quanto considerati integratori alimentari e privi di controindicazioni ed effetti collaterali, sono adatti a qualsiasi età, per donne in gravidanza, neonati, bambini, adulti e anche per gli animali. Se abbinati ad una corretta nutrizione, promuovono sia il benessere fisico e biologico che quello psico-fisico. La scelta di un sale di Schüssler dovrebbe basarsi inizialmente sul riequilibrio della carenza maggiore. Per ottenere un risultato ottimale è fondamentale scegliere il sale minerale giusto, a questo proposito esistono numerose guide che aiutano ad addentrarsi nei meccanismi. Ad ogni modo è necessario imparare ad osservare attentamente il proprio corpo. Ecco le sfere di applicazione dei sali di Schüssler :
1.Calcium Fluoratum, conferisce elasticità alle fibre. E’ un importante elemento di composizione dello smalto dei denti e delle unghie e del periostio. Facilita inoltre la circolazione e rinforza i piccoli vasi favorendo il riassorbimento di indurimenti vascolari.
2.Calcium Phophforicum, è il più abbondante nell’organismo, costituisce principalmente le ossa, pur trovandosi in tutte le altre cellule. Conferisce resistenza e solidità alle ossa e in caso di fratture favorisce la formazione del callo osseo.
3.Ferrum Fosforicum, è importante non solo per l’emoglobina ma anche nella difesa dalle infezioni. E’ un preparato biochimico per tutte le malattie improvvise, per i processi infiammatori e febbrili nella loro fase iniziale. Agisce inoltre come rinforzante, e previene i dolori muscolari. E’ necessario per rinforzare anche le pareti dell’intestino e i villi intestinali.
4.Kalium Chloratum, è il più importante per il catarro, viene prescritto nel caso di disturbi alle orecchie, agli occhi ed alla gola. Ha una azione disintossicante, rendendo possibile la neutralizzazione delle sostanze tossiche. Ha dato buoni risultati nella riduzione di effetti collaterali in casi di vaccinazioni o di sostanze narcotiche o medicinali.
5.Kalium Phosphoricum, è il più importante per gli stati di esaurimento e depressione. E’ indispensabile per la fluidità del sangue e per la formazione di globuli rossi, dei tessuti, delle cellule cerebrali, nervose e muscolari.
6.Kalium Sulfuricum, utilizzato nelle infiammazioni croniche di qualsiasi genere (affezioni cutanee con desquamazione, catarro cronico). In caso di carenza l’ossigeno può essere utilizzato solo in modo insufficiente, cosa che porta a una forte comparsa di disturbi negli spazi chiusi o angusti e caldi come i grandi magazzini, le sale conferenza o gli ascensori,ci si sente tristi e paurosi.
7.Magnesium Phosphoricum, è il principale per i dolori e gli spasmi, nevralgie in tutte le zone del corpo, tendenza all’emicrania. Va segnalata l’efficacia del preparato in coliche, meteorismo, e tosse soprattutto serale che non permette di addormentarsi (alta efficacia anche per i bambini). Abbassa il metabolismo ed il livello del colesterolo nel sangue. Rinforza il rendimento fisico e mentale, regola le azioni involontarie dell’organismo, insieme al nr. 2 e il nr. 11 , somministrati in acqua calda agisce come ricostituente e come bevanda energetica.
8.Natrium Chloratum, rappresenta il sale da cucina sotto forma molecolare, esso è essenziale alla vita, regola la ritenzione idrica e i liquidi del nostro corpo ed è necessario per la costituzione di nuove cellule. Lega i veleni metallici, l’arsenico e il fumo, come anche i veleni organici che giungono nell’organismo attraverso le punture degli insetti e li espelle
9.Natrium Phosphoricum. Spesso l’organismo assume troppi cibi contenente acido o acidificanti e questo sale è indicato per la neutralizzazione, utile in ogni caso di eccesso di acido. Se per una eccessiva acidità dovuta a carenza di fosfato di sodio il cibo rimane per troppo tempo nel corpo, perchè riesce a malapena ad essere digerito, ciò porta a disturbi secondari quali reumatismi, sudore acido che ha odore forte e irrita la pelle, col tempo conduce a disturbi gastrici, renali e vescicali, anche disturbi alla vista come le mosche volanti o una facoltà visiva instabile stanno ad indicare una iperacidificazione.
10.Natrium sulfuricum, è contenuto in piccola quantità nelle cellule, mentre è piuttosto presente nella linfa con il compito di favorire l’eliminazione dei liquidi e delle scorie metaboliche del corpo, disintossicando l’organismo e stimolando la secrezione biliare.
11.Silicea, è importante per la formazione della cute, della mucosa, di unghie, capelli ed ossa. Aumenta la resistenza meccanica dei tessuti, è anche la sostanza del ringiovanimento, regola la sudorazione aiutando ad eliminare le tossine attraverso la pelle, scioglie i depositi di cristalli di acido urico (scricchiolii delle articolazioni delle dita dei piedi e delle mani). Partecipa all’assimilazione nel cibo di calcio .
12.Calcium sulfuricum, stimola il metabolismo, favorisce la coagulazione del sangue e svolge una azione di depurazione delle mucose. Il solfato di calcio assimila solo una quantità limitata di acqua ed è stabile da un punto di vista acido, per cui esplica la propria azione là dove si deve impedire ai liquidi di entrare o di uscire oppure dove i tessuti devono essere protetti dall’azione dei liquidi stessi (i globi oculari, le narici, la bocca, la gola, l’esofago, lo stomaco, la vescica, tutte le parti che vengono a contatto con i liquidi devono presentare una determinata percentuale di questo sale). Per questa sua azione viene impiegato soprattutto nei casi di infiammazione degli occhi che presentano fenomeni purulenti e in tutte le infiammazioni delle mucose con formazione di pus.

I 12 Sali della vita ultima modifica: 2014-08-17T09:35:32+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *