In gravidanza ferro ed acido folico non devono mai mancare

2220 visualizzazioni Scrivi un commento

In gravidanza è fondamentale assumere una corretta quantità di calorie e di nutrienti, aumenta il fabbisogno di calorie, calcio, ferro e vitamine. In questo periodo è ancora più importante mangiare bene, perché permette al feto di ricevere tutto ciò di cui ha bisogno.
Una corretta alimentazione prima e durante tutto il periodo della gestazione, favorisce l’adeguato sviluppo del feto, il buon esito del parto, la crescita futura del neonato e previene patologie neonatali.
In gravidanza, aumenta il fabbisogno di alcuni nutrienti in particolare, come ferro e acido folico.
Il ferro è il principale costituente dell’emoglobina, deputata al trasporto di ossigeno, indispensabile per le cellule. Dai dati disponibili emerge che in Europa, il deficit di ferro è la carenza nutrizionale più diffusa. Una mancanza particolarmente difficile da colmare in gravidanza quando le richieste praticamente raddoppiano. Per questo motivo è importante intervenire sulle nostre riserve non appena si ha la certezza di aspettare un bambino, anche se sarebbe opportuno iniziare anche prima. Numerosi gli alimenti ricchi di ferro: carne (es, fegato), pesce (es, acciuga), uova, legumi e verdure (es, spinaci, radicchio verde). Inoltre, la vitamina C aiuta l’assorbimento del ferro, sono quindi ottimi  gli agrumi o i kiwi. Il medico potrebbe consigliare un integratore di ferro utile per completare la dieta e contribuire a soddisfare i fabbisogni specifici della gravidanza.
L’acido folico è importantissimo sin dall’inizio della gravidanza e almeno fino alla fine del primo trimestre, per questo viene consigliata la sua supplementazione addirittura dal momento in cui si cerca la gravidanza, per ridurre il rischio di difetti a livello del tubo neurale del bambino. Per una donna in attesa la dose giornaliera consigliata è di 600 mcg (solitamente 200 vengono assunti con gli alimenti, mentre i restanti 400 devono essere assunti con un integratore). Un’alimentazione varia ed equilibrata è un buon inizio per l’integrazione di acido folico. L’acido folico infatti è contenuto in svariati alimenti, quelli che ne contengono di più sono: carne (soprattutto reni e fegato), verdure (broccoli, carciofi, asparagi, spinaci), cereali integrali, legumi e frutta (arance, kiwi, fragole).

In gravidanza ferro ed acido folico non devono mai mancare ultima modifica: 2015-12-28T08:00:35+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *