Goji: il frutto anti-age

1852 visualizzazioni Scrivi un commento

Il Goji (Lycium Barbarum) è un arbusto deciduo perenne della famiglia delle solanacee (a cui appartengono melanzane, pomodori, patate, peperoni), proveniente dalle valli Himalayane della Mongolia, del Tibet e del Nord della Cina. La bacca è di un colore rosso acceso con un gradevole gusto dolce. In Mongolia, queste bacche sono considerate da più di 2000 anni oltre che un alimento molto gradito, un rimedio naturale che aiuta a mantenere l’organismo in un buono stato di salute e per questo il Goji viene chiamato “frutto di lunga vita”; solo negli ultimi anni questo frutto ha riscosso successo anche nella cultura Occidentale.

 

Il Goji presenta molteplici proprietà, prima tra tutte l’effetto anti-ossidante, confermato anche dal Ministero della Salute Italiano, che lo indica come integratore anti-ossidante. Gli ant-ossidanti sono le risorse di cui dispone l’organismo per proteggersi dai radicali liberi che sono i responsabili dell’invecchiamento cellulare; questi, oltre ad essere la causa principale dell’invecchiamento dei tessuti, sono anche i responsabili delle malattie degenerative più diffuse. La generazione di radicali liberi può essere significativamente influenzata da cattive abitudini, quali fumo, alcool e stress o da fattori ambientali come l’inquinamento.

Oltre all’elevato potere anti-ossidante, le bacche di Goji si distinguono per indiscutibili qualità nutritive, il frutto infatti contiene grandi quantità di vitamine, sali minerali, carotenoidi e flavonoidi ed è risultato essere indicato sostanza di sicuro impiego come integratore alimentare, da parte della Comunità Europea sulla sicurezza alimentare. Ovviamente, per avere il massimo effetto salutistico bisogna associare le bacche di Goji ad uno stile di vita sano: sana alimentazione, attività fisica 2-3 volte la settimana, evitando gli agenti che intossicano l’organismo.

Goji: il frutto anti-age ultima modifica: 2014-06-27T17:18:43+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *