Giornata mondiale lotta all’Ictus

822 visualizzazioni Scrivi un commento

Ictus: se conosci i suoi fattori di rischio lo eviti. In occasione dell’8va edizione della Giornata Mondiale contro l’Ictus Cerebrale, che si celebra il 29 ottobre, A.L.I.Ce Italia Onlus, con la collaborazione di Casagit Servizi, ha organizzato la settimana di prevenzione “Scacco all’Ictus”, dal26 al 31 ottobre..
In questa settimana, oltre alle iniziative per conoscere  i nemici del cuore e riconoscere i sintomi, Alice promuove controlli gratuiti della pressione e della fibrillazione in oltre 2.000 farmacie amiche. Chiunque potrà sottoporsi gratuitamente alla campagna di screening della Pressione Arteriosa e della Fibrillazione Atriale (tramite misuratori specifici), un’anomalia del ritmo cardiaco responsabile di ictus che potrebbe essere evitata grazie ad una costante prevenzione e ad un’attenta diagnosi precoce. Inoltre le Associazioni locali di A.L.I.Ce. saranno presenti in molte piazze del Paese con numerose azioni di sensibilizzazione aperte alla Cittadinanza.
Con il motto “I Am Woman: Stroke Affects Me”, anche quest’anno la Giornata Mondiale contro l’Ictus Cerebrale è dedicata alle donne, colpite nel 43% dei casi. Nel gentil sesso questa patologia uccide il doppio del tumore mammario. Si calcola inoltre che una donna su 5 avrà un ictus nell’arco della sua vita, mentre per gli uomini si parla di 1 su 6. Considerando inoltre che le donne vivono più a lungo degli uomini, aumenta di fatto la probabilità che siano vittime di un ictus. E quest’anno, con lo slogan “Diamo una stoccata vincente all’Ictus”, è proprio una donna, la campionessa olimpica Valentina Vezzali, la testimonial a supporto di A.l.i.Ce Italia Onlus e delle sue campagne.
Sul sito www.aliceitalia.org è possibile conoscere l’elenco delle farmacie aderenti, che esporranno all’ingresso  il logo e la locandina dell’evento.

Giornata mondiale lotta all’Ictus ultima modifica: 2015-10-26T19:27:54+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *