#FoodPeople, per chi è affamato di novità

556 visualizzazioni Scrivi un commento

Anche il grande museo milanese omaggia l’Expo con #FoodPeople: la mostra per chi ha fame di innovazione, una nuova esposizione dedicata all’alimentazione e ai cambiamenti che hanno segnato il nostro modo di mangiare.
Nel Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano sono stati allestiti oltre 700 mq dove si potrà guardare con occhi diversi oggetti e tecnologie che fanno ormai parte del nostro quotidiano: dalle scoperte di Pasteur alla tortellinatrice che ha rappresentato un enorme passo avanti per il lavoro nei pastifici e così via. Un’occasione per gettare uno sguardo al futuro e mettersi alla prova su tanti temi appassionanti nei tre laboratori dedicati a Genetica, Biotecnologie e Alimentazione, totalmente rinnovati, che resteranno fruibili per tutto il semestre Expo, come la mostra che chiude i battenti alla fine del 2015.
La mostra, progettata dallo stesso museo insieme a una decina di aziende private, si muove su due direttrici, il passato e il futuro: da un lato si ripercorre la storia delle innovazioni scientifico-tecnologiche che hanno attraversato il settore agroalimentare negli ultimi 150 anni. Frigorifero, cucina a gas, prodotti surgelati o cibi pronti oggi sembrano scontati, ma rappresentano svolte che hanno segnato cambiamenti importanti; anche i nostri pasti, il tempo che dedichiamo alla loro preparazione, il contesto in cui li consumiamo sono molto cambiati. In questa area si potrà fare un viaggio nel tempo di una suggestiva tavola imbandita animata per accorgerci quanto sia in cambiamento il nostro quotidiano. Ci si potrà mettere alla prova con un grande frigo-dispensa virtuale per scoprire che abbiamo ancora qualcosa da imparare su come sistemare la nostra spesa.
Per quanto riguarda il futuro, la mostra si confronta con scenari e prospettive sul futuro del cibo a partire da domande comuni a cui, esperti da diversi settori, ci aiutano a rispondere. Dalla genetica alla agronomia passando per la biologia, la ricerca non resta ferma, ma deve necessariamente confrontarsi con temi quali sfruttamento delle terre, tutela della biodiversità, lotta agli sprechi.
#FoodPoeple offre al visitatore la possibilità di capire come frutta, verdura, formaggi, pasta fresca, gelati ed altri prodotti vengano prodotti o entrino nella catena che li porterà dall’azienda a casa. Tutto ciò permette di rispondere alla domanda: da dove viene e come è fatto questo cibo?

#FoodPeople, per chi è affamato di novità ultima modifica: 2015-05-10T16:14:31+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *