Fisioterapia a costo zero

1644 visualizzazioni 1 Commento

Non tutti sanno che la spiaggia può essere paragonata ad un centro fisioterapico: sabbia e mare aiutano infatti a combattere dolori e infiammazioni muscolari ed articolari, favoriscono anche il recupero dopo un intervento ortopedico. Il sole è un alleato importante dell’apparato locomotore: trasforma la provitamina D in vitamina D che fissa il calcio nelle ossa e ha effetto antinfiammatorio e antireumatico.
Grazie alle sabbiature con sabbia calda si ha un aumento dell’apporto di sangue alla parte da “curare” che quindi riceve più nutrimento e ossigeno e cede le sostanze tossiche che contribuiscono allo stato di gonfiore. Anche la sudorazione causata dalla sabbia calda contribuisce alla disintossicazione. I granelli di sabbia cedono calore senza ustionare ed esercitano un’azione “analgesica” e sono in grado di stimolare positivamente le ossa malate o che hanno subito traumi recenti. Per avere massimo beneficio dalle sabbiature bisogna usare solo sabbia asciutta e ben calda, per questo motivo non bisogna scavare buche molto profonde. Dopo aver lasciato scaldare bene la sabbia ci si può sedere o sdraiare nella buca ricoprendosi con sabbia ben calda. Si inizia con 10 minuti fino ad arrivare gradualmente a 20 minuti, da ripetere due tre volte al giorno per tutta la durata delle vacanze. Al termine dei 20 minuti è bene stendersi all’ombra per circa una decina di minuti e poi fare un bagno rigenerante.
Le sabbiature sono indicate praticamente a tutti, soprattutto se in presenza di dolori muscolari ed articolari. Possono essere d’aiuto anche in persone che, in seguito a trattamenti chirurgici, presentano una ridotta funzionalità di un’articolazione. Le sabbiature invece vanno evitate nelle persone cardiopatiche e ipertese, ma anche in presenza di escoriazioni o ferite.
Un altro alleato del benessere fisico in vacanza è il mare. L’acqua di mare contiene molti Sali minerali, che attraverso l’osmosi vengono “ceduti” alle zone da trattare favorendone la rigenerazione. L’acqua ha anche valenza riabilitativa: ha una forza di gravità praticamente nulla, i movimenti quindi risultano più semplici e meno faticosi. Offre resistenza continua che va a stimolare positivamente le articolazioni e i muscoli. Inoltre, l’acqua di mare esercita una sorta di idromassaggio altamente benefico. Per questi motivi, il mare permette di recuperare l’uso di un’articolazione dopo un intervento chirurgico, per combattere dolori muscolari e articolari. L’ideale sarebbe nuotare almeno 10-15 minuti ad ogni bagno, per più volte al giorno, in base alle proprie condizioni fisiche.

Fisioterapia a costo zero ultima modifica: 2015-08-17T23:56:12+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

1 Commento
  1. Luca

    20 agosto 2015 at 1:17

    Gentilissima, concordo sulla bellezza del mare e sui suoi effetti benefici, ma la forza di gravità in acqua c’è. Quello che ci fa galleggiare e/o sentire più leggeri e il principio di Archimede non l’assenza di tale forza. Saluti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *