Fat bike senza limiti

1288 visualizzazioni Scrivi un commento

Ormai, nei negozi e alle fiere del settore sono sempre più diffuse le fat bike, una tipologia di bici sicuramente diversa dalla mountain bike classica. Convenzionalmente si definisce fat bike una bicicletta con gomme più larghe di 3,7″ (generalmente 4”) e cerchi più larghi, una tipologia di bici pensata per poter pedalare in condizioni di terreno cedevole: in origine nascono proprio come bici per pedalare sulla sabbia e soprattutto sulla neve, due condizioni in cui è praticamente impossibile pedalare. Nella neve fresca la bici affonda e si blocca dopo pochi metri non appena si scende sotto la velocità di galleggiamento e sulla sabbia lo stesso, con la ruota che slitta insabbiandosi.
Per andare bene su sabbia o su neve, per galleggiare quindi, servono superfici di contatto gomma-terreno molto più ampie di quello che offre una normale mountain bike, per questo motivo sono state create le Fat bike: le gomme giganti, lavorando anche a pressioni molto basse, offrono un’enorme superficie di contatto con il terreno permettendo di ridurre la pressione sotto il valore limite che permette alla bici di galleggiare.
Nelle fat bikes le gomme svolgono una funzione estremamente importante: oltre ad assicurare il galleggiamento sugli ostacoli, svolgono anche la funzione di sospensione, assorbendo le asperità e le irregolarità del terreno e riducendo le sollecitazioni al biker. La pressione delle gomme è quindi un parametro molto importante per una fat bike. Una pressione più elevata assicura una maggiore scorrevolezza, utile soprattutto su salite compatte o asfaltate ed una maggior protezione contro le pizzicature (problema comune ai sottili pneumatici da fat). Dall’altro lato però più pressione significa un maggior rimbalzo, con conseguente minor controllo su fondi irregolari; una pressione più bassa offre invece un rimbalzo più controllato, ma aumenta però il rischio di pizzicare. Ecco che quindi la pressione delle gomme assume un ruolo di estrema importanza, anche in relazione al terreno: un terreno più compatto avrà bisogno di una pressione più alta, un terreno cedevole o morbido di una pressione più bassa.

 

Fat bike senza limiti ultima modifica: 2015-01-13T15:15:43+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *