E’ stato creato il tessuto intelligente, tramite wi-fi capta ed invia dati medici

1940 visualizzazioni Scrivi un commento

A inventare questo speciale tessuto (la scoperta è stata pubblicata sulla rivista Sensors) sono stati alcuni ricercatori della Facoltà di Scienze ingegneristiche e del Centro ottico, fonico e tecnologie laser dell’Università di Laval, in Canada, guidati da Younès Messaddeq.
Non è stato semplice e prima di arrivare al prodotto finale i ricercatori ci hanno messo un po’, soprattutto perché hanno dovuto testare e assemblare i diversi materiali. Alla fine, hanno capito che la combinazione migliore per questo tipo di tessuto era data da rame, polimeri, vetro e argento, apposti l’uno sull’altro in modo stratificato. La fibra così ottenuta sembra infatti in grado non solo di agire come un sensore-antenna, ma anche di avere una malleabilità tale da potere essere impastato con altri tessuti, come lana, cotone o altri filati. E poi il tessuto non è solo piacevolmente adattabile a tutte le esigenze, ma sa anche comunicare bene con tutti gli strumenti elettronici di ultima generazione, perché l’antenna realizzata emette buoni segnali, con una qualità pari a quelle normali poste in commercio.
La superfice della fibra, inoltre, può essere modificata a seconda delle informazioni che devono essere rilevate: tasso di glucosio, ritmo cardiaco, pressione attività cerebrale, movimenti e coordinazione spaziale. Infine, fattore non irrilevante, il tessuto intelligente resiste senza danni, al lavaggio con acqua e detergenti.
Questo tessuto sa rilevare i dati biomedici della persona che lo indossa e inviarli, attraverso un cellulare o il wi-fi, al medico di famiglia o di riferimento, in modo che lo stato di salute venga sempre monitorata, specie in relazione a parametri di maggior interesse. Infatti, la superficie della fibra consente di essere modificata a seconda che debbano essere controllati il tasso di glucosio, il ritmo cardiaco, la pressione, l’attività cerebrale o i movimenti e la coordinazione spaziale.
La nuova tecnologia potrebbe essere utilizzata nei prossimi anni per un gran numero di applicazioni destinate alle persone con malattie croniche, per gli anziani che vivono da soli o anche per i pompieri e gli agenti delle forze dell’ordine in servizio. Il tessuto non è ancora disponibile, ma la richiesta di brevetto è stata già depositata anche se gli scienziati sottolineano che prima della commercializzazione saranno necessari diversi miglioramenti.

 

E’ stato creato il tessuto intelligente, tramite wi-fi capta ed invia dati medici ultima modifica: 2014-12-30T18:15:20+00:00 da Serena Bodei
Bio Autore

Serena Bodei

Da anni attiva nel mondo dell'informazione, scrive per Dimensione Medica dal 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *